SALUTE & BENESSERE

Published on Agosto 23rd, 2013 | by Valeria Martalò

La Lorenzin contro il fumo, anche in auto

Sappiamo tutti che il fumo fa male, anche e soprattutto quello passivo, ma sempre troppo poco si fa per la prevenzione e per la protezione dei minorenni. Oggi, le associazioni di medici e pazienti impegnati insieme per la lotta al cancro sostengono la lettera aperta rivolta ai parlamentari dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. La neo-ministra ha chiesto appoggio e aiuto per la lotta contro il fumo. Tra le altre proposte, c’è quella di abolire il fumo nelle automobili di fronte ai bambini e donne incinte.

Ecco cosa scrive la ministra: “E’ necessario riflettere tutti assieme. Sono stata colpita, come donna e poi come ministro, dalle statistiche che brutalmente ci dicono come i nostri ragazzi inizino ad accendere una sigaretta ormai già a 12 anni. Adolescenti che evidentemente non sono stati positivamente influenzati dalle pressanti campagne antifumo”.

Loading...
Lo scopo, quindi, è prima di tutto quello di impedire che i giovanissimi si avvicinino al fumo; inoltre, bisogna effettuare una campagna antifumo davvero efficace. Le associazioni contro i tumori aggiungono: “Troppo spesso assistiamo a una sottovalutazione dei guai provocati dal tabagismo, mentre le cifre parlano chiaro: il tumore del polmone ormai è diventato una della prime cause di morte sia negli uomini che nelle donne. Le campagne di prevenzione sembrano non sortire gli effetti sperati, ma vanno potenziate ed intensificate”.

“I nostri piccoli – si legge infine nella nota delle associazioni – non devono subire le scelte sbagliate dai genitori e degli adulti. Fumare in auto davanti ai bambini rappresenta una delle abitudini peggiori, che vanno combattute”. Tra l’altro, è stato calcolato che il tempo necessario ad accendare una sigaretta in auto distrae il guidatore per una manciata di secondi, che potrebbero essere fatali in caso di incidente. La Lorenzin allarga poi lo sguardo alla crisi generale dell’Occidente, che secondo lei non è “solo economica. E’ anche una crisi di valori. Ci stiamo dimenticando le nostre conquiste, il rispetto dell’altro, i principi più elementari di educazione civica”.

Tags: , , , ,


About the Author



Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!