CULTURA

Published on Agosto 6th, 2019 | by Gianluca

0

Piccolo viaggio tra storie e curiosità del calendario

Ti sei mai chiesto quando nasce il calendario? Quello che sembra un oggetto tra i più comuni e banali della nostra esistenza è in realtà un oggetto millenario la cui storia risale all’antica Roma e, con molta probabilità, addirittura prima. Eccoti quindi qualche curiosità sul calendario che spiegano anche come esso sia giunto sino a noi dall’antichità.

Il calendario gregoriano servì per “aggiustare” l’arrivo della Pasqua

Era da tempo che i saggi discutevano dell’eventualità di sistemare il calendario in vigore, quello giuliano di proprietà di Giulio Cesare. Correva l’anno 1582 e Papa Gregorio XIII introdusse quello che oggi conosciamo come Calendario Gregoriano promulgando la famosa bolla papale Inter Gravissimas. Questo introdusse un ciclo solare basato sulle stagioni e stabilendo che un anno avrebbe contato 365 giorni ad eccezione dell’anno bisestile che ne conta 366. L’entrata in vigore del nuovo calendario è conosciuta anche per la storia del “viaggio nel tempo” a cui furono sottoposte le persone allora viventi. Difatti il quattro ottobre fu compiuto un balzo temporale di dieci giorni che furono cancellati. Questi erano i giorni di troppo che, stando ai calcoli dei saggi di Papa Gregorio, avrebbero fatto slittare la Pasqua in estate.

Non tutti i Paesi del mondo seguono lo stesso calendario

Il calendario, quindi, si diffuse a mano a mano in tutto il pianeta. I primi ad aderire furono i paesi cattolici per via della bolla papale. La curiosità risiede nel fatto che pur essendo ormai diffuso ovunque esistono paesi che non seguono il calendario globale e per i quali le nostre date correnti sono differenti dalle loro. Questi paesi associano al calendario gregoriano un calendario locale e sono la Corea del Nord, l’India, il Bangladesh, il Pakistan ecc… in questi paesi le date ufficiali non sono quelle del calendario gregoriano. Molti artisti internazionali sono spesso ingaggiati per festeggiare il capodanno alternativo di questi Paesi non allineati al calendario gregoriano, riscuotendo sempre grande curiosità nel mondo.

Loading...

Di tanto in tanto viene aggiunto un secondo aggiuntivo

Il calendario gregoriano è comunque sbagliato. Si perché essendo il frutto di un calcolo convenzionale, presenta delle imperfezioni tali per cui, di tanto in tanto, viene aggiunto un secondo per far quadrare i conti. Stiamo parlando del secondo intercalare, ovvero una piccola grande correzione dello scorrere del tempo che lo mantiene allineato alla durata della giornata solare media. Questo deriva anche dal fatto che la terra ha un moto di rotazione che sta progressivamente rallentando e per cui è necessario aggiungere il secondo intercalare. Chi controlla che i conti tornino è lo IERS, dal quale abbiamo appreso che il tempo è stato impercettibilmente modificato tante volte e forse non ce ne siamo mai accorti! Dal 1972 sono stati aggiunti quasi trenta secondi alle nostre vite, rigorosamente il 30 giugno o il 31 dicembre. Assurdo, vero? Queste curiosità non sono conosciute da tutte e potrebbero essere una validissima idea regalo confezionata su un bel calendario personalizzato, magari proprio scegliendo un elegante calendario da tavolo. Se cerchi spunti e idee potresti guardare i modelli proposti da GedShop, uno dei migliori portali in materia di gadget personalizzati.

 


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!