Published on Settembre 30th, 2014 | by Lara Zavatteri

Padiglione Zero a Expo Milano 2015

La nascita del Pianeta e l’evoluzione subita sia dal mondo naturale sia dall’uomo. In estrema sintesi questi sono il Padiglione Zero, punto d’inizio per la visita all’Expo Milano 2015, che esplora il tema dell’Expo stesso “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” .

Il Padiglione Zero, curato da Davide Rampello e progettato da Michele De Lucchi, introdurrà i visitatori alla visita dell’Expo, un’area da cui partire per capire come è nata la Terra, ma anche come l’uomo, dalla Preistoria, ha iniziato ad ammaestrare gli animali e raccogliere erbe e i primi prodotti commestibili che il suolo offriva. Da allora si sono raffinate le tecniche di coltivazione e di produzione, sono cambiati gli scenari ambientali, fino ad arrivare alla volontà di una gestione del paesaggio e dei prodotti più ecologica ed eco sostenibile.

Loading...

Costruito come un paesaggio collinare (in particolare si fa riferimento ai Colli Euganei) il padiglione Zero permetterà di scoprire i diversi ambienti naturali e la loro evoluzione in tutto il mondo, dall’Inghilterra alla Nuova Zelanda, così da comprendere da vicino e in modo interattivo i mutamenti della Terra e dell’uomo nel corso della nostra storia. Si potrà comprendere com’è cambiato il rapporto uomo-natura ma anche come gli stessi prodotti della terra sono stati soggetti a mutazioni spesso senza buoni esiti.

Il paesaggio ripropone la crosta terrestre, il visitatore quindi avrà modo di conoscere la Terra in maniera insolita, cioè dall’interno, abituati come siamo a concepirla solamente dall’esterno. Un grande albero simboleggerà molte cose, l’albero da sempre è stato fonte di vita per l’uomo, grazie ai suoi frutti, ma andando oltre ha fornito anche legna e riparo, oltre ad essere parte importante del paesaggio. La visita proporrà anche scenari multimediali e le buone pratiche, ovvero esempi da seguire per convivere e rispettare l’ambiente e consumare anche in maniera maggiormente consapevole, cercando di non stravolgere la natura e non sfruttarla, ricordando, attraverso questo percorso di memoria, quanto l’uomo ha basato la sua sopravvivenza sull’ambiente.

Tags: , , ,


About the Author

Lara Zavatteri

Sono una ragazza trentina, giornalista pubblicista, blogger e scrittrice



Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!