Cambiano i colori delle regioni, si passa in zona bianca: le nuove regole




Regioni pronte a passare in zona bianca: dalla prossima settimana Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna avranno nuove regole da seguire. 

colori regioni
pixabay

Da diverse settimane i dati epidemiologici relativi al Coronavirus sono ormai in netto miglioramento, con il calo dei contagi e le terapie intensive non più in affanno. Fattori incoraggianti, che hanno portato a colorare l’intera Italia di giallo, con regole meno stringenti a partire dal coprifuoco spostato alle 23 e non più alle 22.

Dal 7 giugno, poi, sarà posticipato alle 24, per poi essere completamente abolito con l’arrivo della bella stagione.  Via libera anche ai centri commerciali aperti nei week end, così come le palestre che riaprono le porte dopo oltre sette mesi di chiusura.

Condizioni che fanno ben sperare e ritrovare quella desiderata normalità che mancava ormai da tempo.

Le nuove regole da seguire in zona bianca: cosa cambia per tre regioni da martedì prossimo 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Borderline24.com (@borderline24bari)

Con il nuovo monitoraggio delle regioni, tre di esse si preparano a cambiare colore: si tratta di Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia che martedì 1 giugno passeranno in zona bianca. La settimana successiva, poi, toccherà anche a Liguria, Abruzzo e Veneto. Grazie alla svolta sui parametri introdotta dall’ultimo decreto Draghi, buona parte del Paese potrà beneficiare dell’ingresso in fascia bianca già dall’inizio del prossimo mese.

Il 21 giugno, poi, sarà la data tanto attesa di abolizione del coprifuoco e in tutta Italia non vi saranno più restrizioni. Ma vediamo nello specifico cosa cambia con l’ingesso in zona bianca. Bar e ristoranti saranno aperti, anche al chiuso, senza limiti di orario. E riapriranno tutte le attività che fino ad ora sono rimaste chiuse.

–> Leggi anche WhatsApp, che succede con il backup locale delle chat?  

–> Leggi anche Allevamenti bovini, producono la metà delle emissioni di gas serra 

Solo le discoteche dovranno ancora pazientare. Per queste non è stata ancora trovata una soluzione che permetterebbe di aprire in sicurezza. Va ricordato, infatti, che restano da seguire le regole anti covid. Bisogna quindi continuare a mantenere le distanze di sicurezza e indossare la mascherina, almeno nei luoghi chiusi. 




POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

LE PIU' LETTE

NOTIZIE DA NON PERDERE