Vaccini Covid, si accelera per tutte le fasce d’età: la data




Dalla prossima settimana tutte le fasce d’età potranno prenotarsi per la somministrazione del vaccino anti-covid. Lo ha annunciato il generale Figliuolo. 

vaccini covid
pixabay

Una bella notizia per tutti coloro che ancora non sono vaccinati. Si entra ormai nel vivo della campagna di immunizzazione, dopo un inizio a rilento e scaglionato per singole categorie di soggetti.

Ad avere la priorità sono state le fasce più deboli. Gli ultra ottantenni sono stati i primi a ricevere le dosi di vaccini Covid, seguiti poi dai settantenni e via via sino ad arrivare ai quarantenni, la cui somministrazione sta avvenendo proprio in questi giorni.

Aumenta sempre di più la vogli di ritornare alla vita normale, con i dati epidemiologici in netto calo col passar dei giorni. Frutto delle restrizioni delle scorse settimane che hanno dato effetti positivi, e della campagna vaccinale che procede spedita e si appresta ad accelerare ulteriormente.

Dalla prossima settimana vaccini per tutti: ok all’immunizzazione anche dei più giovani

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tgcom24 (@tgcom24)

A partire da giovedì prossimo, 3 giugno, in tutta Italia si avrà la facoltà di aprire le vaccinazioni a tutte le fasce d’età, seguendo il Piano vaccinale. Ad annunciarlo oggi il commissario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo.

Si anticipa, quindi, di una settimana, la possibilità anche per i più giovani di ricevere le prime dosi di vaccino. La data fissata in precedenza, infatti, era quella del 10 giugno. Si potranno, inoltre, “utilizzare tutti i punti di somministrazione, anche quelli aziendali” -spiega Figliuolo che aggiunge: “le dosi saranno 20milioni ed è chiaro che le Regioni devono regolarsi ed evitare la rincorsa a chiederne di più”. 

–> Leggi anche Astrazeneca, militare morto dopo il vaccino: restituite le dosi agli hub 

–> Leggi anche Cambiano i colori delle regioni, si passa in zona bianca: le nuove regole 

Via libera anche alla somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTech anche per gli adolescenti. L’Agenzia europea del farmaco esprime parere favorevole alla vaccinazione dei giovani appartenenti alla fascia d’età tra i 12 e i 15 anni. Ci si avvia, così, verso l’immunizzazione di massa, che porterebbe il Paese al tanto atteso ritorno alla normalità.




POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

LE PIU' LETTE

NOTIZIE DA NON PERDERE