Emanuele Burgio, l’ultimo omicidio a stampo mafioso

La sera del 30 maggio a Palermo si è registrato l’ultimo omicidio di stampo mafioso. La vittima questa volta è Emanuele Burgio, figlio di Filippo Burgio condannato a 9 anni di carcere per mafia.

Emanuele Burgio, 26 anni

Ad appena 26 anni il giovane palermitano, Emanuele Burgio, ha perso la vita in una notte di fine maggio. Assassinato da tre uomini che lo hanno freddato nei pressi della trattoria Zia Pina, in via dei Cassari, nel rione Vucciria.

Si presume sia stato un colpo premeditato poiché il locale vicino al quale si è consumato l’omicidio è di proprietà della famiglia della vittima, nel quale il ragazzo svolgeva il ruolo di cassiere. Non ci sono state risse prima dell’atto che costò la vita del ventiseienne, la morte di Burgio è da considerare quindi un omicidio a sangue freddo.

Chi ha ucciso Emanuele Burgio?

I responsabili sono tre uomini a bordo di due scooter, uno di loro ha sferrato tre o quattro colpi di pistola che non hanno spazzato via ogni possibilità di salvezza al giovane palermitano.

A riprendere tutto l’accaduto sono state delle telecamere di sicurezza di alcuni locali del rione. Gli stessi filmati hanno aiutato la polizia locale ad incastrare i colpevoli del delitto. Sotto accusa sono Matteo Romano, 39 anni, suo fratello Domenico, di 49, e il nipote Giovanni Battista, di 29.

Qual è stato il movente?

Polizia locale durante le indagini

Il motivo della violenza non è ancora accertato ma voci di corridoio affermano che nei giorni passati ci fosse stata un’animata discussione consumatasi tra i quattro protagonisti della vicenda. Il motivo? Il controllo dello spaccio della droga. Pare che Burio avrebbe allargato il suo giro di spaccio dal quartiere Vucciria al Borgo vecchio, attirando le attenzioni di rivali poco raccomandabili.

Roba di poco conto, paragonata all’epilogo finale che ha caratterizzato questa storia. Dopo il colpo di fuoco Emanuele Burgio è stato portato al pronto soccorso del Policlinico dagli operatori del 118. Ma l’intervento medico non è bastato a salvargli la vita.

LEGGI ANCHE ->SCARCERATO BRUSCA, FECE SALTARE IN ARIA GIOVANNI FALCONE: DOV’È LA GIUSTIZIA?

LEGGI ANCHE -> DENISE PIPITONE, LA NUOVA INTERCETTAZIONE DI ANNA CORONA: PAROLE PESANTI ALLA FIGLIA JESSICA

Il giorno successivo, nei pressi del Policlinico, si è radunata una folla di oltre 200 persone, per porgere un ultimo saluto al giovane Burgio.