Minorenni sfruttate per mesi. Il motivo è agghiacciante

Ciò che hanno scoperto le forze dell’ordine in un paese dell’entroterra è sconvolgente. Due minorenni sfruttate per i motivi più spregevoli

Minorenni sfruttate mano (pixabay)
Minorenni sfruttate mano stop (Pixabay)

Una vicenda sconcertante, che lascia il disgusto e l’amaro in bocca quella scoperta dagli agenti di polizia qualche mese fa e che oggi diventa ancora più orribile.

Dalle indagini svolte, infatti, gli inquirenti hanno scoperto l’ulteriore coinvolgimento di un’altra persona insospettabile.

Una storia di degrado e disagio sociale, protagoniste due giovani ragazzine, costrette a prostituirsi con un settantenne.

Gli accertamenti sono partiti a settembre 2020 in seguito al tentativo di suicidio di una delle minorenni sfruttate, che cercò di togliersi la vita lanciandosi sotto un treno.

La ragazza era sconvolta dalle voci che iniziavano a circolare sul suo conto da parte di alcune sue coetanee, che parlavano di rapporti con degli anziani.

Gli agenti hanno approfondito la questione, appurando la veridicità delle dicerie, scoprendo ben presto particolari a dir poco orridi.

Paola: le due ragazzine sfruttate da madre e nonna

Dopo una segnalazione agli assistenti sociali, i poliziotti hanno accertato il coinvolgimento del 73enne che, dopo il trasferimento dal paese della ragazza, diventata maggiorenne, ha cominciato ad abusare anche della sorella minore.

Paola Calabria (youtube)
Paola provincia di Cosenza (youtube)

Per lui sono scattate, il 17 maggio scorso, le manette con l’accusa di prostituzione minorile e detenzione di materiale pedopornografico. Non solo, arrestata anche la nonna delle giovani, V.O., 72enne, per tentata estorsione.

Gli incontri avvenivano sul lungomare del paese o nei parcheggi di un centro commerciale. Il pagamento delle prestazioni estorte rende la vicenda ancora più triste e terribile.

Le sorelle erano costrette a cedere in cambio di pochi euro, stecche di sigarette o beni di prima necessità, come uova o latte.

Oggi la verità si fa però ancora più sconvolgente: ad essere coinvolta nello sfruttamento risulterebbe anche la madre delle due.

Secondo le testimonianze rese dall’uomo, sarebbe stata proprio lei a sollecitare gli incontri tra quest’ultimo e soprattutto la figlia più piccola. Avrebbe anche aggiunto di essere a conoscenza che i suoi non fossero episodi a sè stanti, ma successi anche con altri individui.

–> Leggi anche In manette noto imprenditore milanese, violentava e sequestrava le vittime

–> Leggi anche Calciatore di Serie A arrestato per stupro. Il mondo del calcio è senza parole

Per la donna è scattata la sospensione della responsabilità genitoriale, visto il pericolo concreto che oltre alle minorenni potesse essere coinvolta anche la terzogenita, di soli 5 anni.