Denise Pipitone: ennesimo attacco ai giornalisti

Nuovo episodio di intolleranza per una troupe di inviati che stava eseguendo un servizio su Denise Pipitone. Al loro indirizzo offese e minacce

Troupe TV (Pixabay)
Inviato TV (Pixabay)

Nuova incresciosa aggressione ai danni di due inviati televisivi che si trovavano a Mazara del Vallo.

I due, un reporter e il suo operatore video, si trovavano nel paese calabrese e stavano realizzando un servizio relativo alla scomparsa della piccola Denise Pipitone.

Non è la prima volta che dei giornalisti vengono assaliti mentre si trovano nel pieno del loro lavoro.

Ad inizio giugno la stessa sorte era toccata alla troupe di Chi l’ha Visto, il famoso programma di Rai Tre.

Degli abitanti di Mazara si erano avvicinati con fare aggressivo agli operatori, lanciandogli addosso pesanti insulti e minacce: “Pezzi di me**a”.

La conduttrice, Federica Sciarelli, poi, dallo studio aveva condannato l’accaduto: “Non è bello, perché i giornalisti stanno facendo il loro lavoro” aggiungendo poi che fortunatamente si trattava di poche persone e che la maggior parte del paese aiutava nella risoluzione del caso.

Adesso questo nuovo episodio, questa volta successo ai giornalisti della trasmissione di Milo Infante.

Aggredita la troupe di Ore 14 a Mazara del Vallo, paese di Denise Pipitone

Proprio il presentatore ha infatti denunciato il fatto tramite un post su Facebook: “Cercare la verità su Denise a Mazara può essere pericoloso” mostrandosi poi solidale con l’inviato Fadi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ore 14 Rai2 (@ore14rai2)

Ha quindi continuato avvisando i suoi follower che la persona responsabile dell’aggressione sarà segnalata come di dovere alle forze dell’ordine e ha mostrato il video incriminato.

Nella registrazione si vede un individuo che dapprima lancia un casco in direzione dell’inviato Rai, per poi avvicinarsi, urlargli di andar via e minacciarlo di morte: “Non ho nulla da perdere”.

La reazione dei colleghi non si è fatta attendere: Alberto Matano, alla guida di La Vita in Diretta, ha espresso la sua vicinanza e ha sottolineato che anche la sua collaboratrice, Lucilla Masucci, è rimasta vittima di un episodio simile. “Comportamenti inaccettabili”, il suo ulteriore commento.

–> Leggi anche Denise Pipitone: Ore 14 lancia una bomba. Clamorosa rivelazione

–> Leggi anche Alberto Matano e il nuovo palinsesto televisivo. Cosa accadrà?

A supporto dei due professionisti anche i sindacati di categoria che si sono detti pronti a costituirsi parte civile al loro fianco.