Fa retromarcia e investe una donna, muore in ospedale. Ecco dove

Investita da un’auto in retromarcia, presa in pieno una donna di 69 anni.

macchina
fonte immagine Pixabay

Nella serata di ieri a Messina, Sicilia, è avvenuto un tragico incidente. Una donna di 69 anni, Rosa Maria Serraino, è stata investita da un’auto in via Garibaldi mentre stava attraversando la strada sulle strisce pedonali.

A bordo della vettura c’era un uomo di 68 anni che, non essendosi accorto della presenza della donna sul retro del veicolo, ha effettuato una manovra in retromarcia colpendo in pieno la donna. Quest’ultima è stata scaraventata sull’asfalto, battendo violentemente la testa sul terreno.

La vittima è stata soccorsa in tempi molto rapidi e portata al Policlinico della zona per effettuare tutti gli accertamenti del caso. Purtroppo il colpo alla testa è stato decisivo per la sessantanovenne, il trauma le ha provocato una grave emorragia celebrale che non le ha lasciato alcuna possibilità di sopravvivenza.

Ecco quante sono le vittime della strada

Vittime strada (Pixabay)
Vittime incidenti autostradali (Pixabay)

 

Rosa Maria Serraino è deceduta nella stessa serata di ieri, poco tempo dopo il tragico incidente, nella struttura ospedaliera del Policlinico di Messina in cui era stata portata.

Nel frattempo, in seguito all’accaduto, la procura di Messina ha aperto un’inchiesta indagando sull’automobilista, che ha causato il decesso della sessantanovenne, per omicidio stradale.

I pedoni vittime della strada hanno sempre rappresentato un alto numero in Italia, nello scorso anno, per via del Covid, i dati numerici si sono abbassati sensibilmente. Le vittime della strada del 2020 sono 150 uomini e 90 donne, per un totale di 240 persone che hanno perso la vita.

I numeri degli anni passati sono molto più alti, solo nel 2018 si sono contati 612 morti e nel 2019 i decessi di vittime della strada sono pari a 534 casi. Nel 2020 c’è stato un calo dei decessi pari al 55% rispetto all’anno passato, con una media di 20 vite perdute al mese.

-> LEGGI ANCHE LIBERATO L’INGEGNERE GIOVANNI CALÌ: TUTTI I DETTAGLI DELLA VICENDA

-> LEGGI ANCHE MACABRO RITROVAMENTO: BARISTA UCCISA A COLTELLATE SUL FIUME

L’anno considerato come il più nero per i pedoni vittime di incidenti stradali fu il 2002, prima dell’introduzione della patente a punti, con 1.226 morti registrati in Italia.