52enne trovato morto in cantina: orrore infinito

Nel pomeriggio di domenica 27 giugno, dopo giorni di ricerche, il 52enne è stato ritrovato morto nella cantina della sua abitazione

Polizia (Instagram)
Polizia di pattuglia (Instagram)

Nelle ore pomeridiane di domenica 27 giugno i carabinieri hanno trovato nella cantina di un’abitazione il cadavere di un uomo ammazzato con una coltellata alla testa. L’arma che gli ha tolto la vita era ancora piantata nella testa dell’uomo, un 52enne di Torino, che era stato segnalato come scomparso da qualche giorno.

A intervenire sulle ricerche dell’uomo apparentemente scomparso sono stati anche i vigili del fuoco, con scarsi risultati. Il cadavere del 52enne è stato ritrovato dagli agenti dell’Arma che, per irrompere nella cantina chiusa dall’interno, hanno dovuto ricorrere nuovamente all’aiuto dei vigili del fuoco. La vittima viveva da sola nella stessa palazzina dove è stata ritrovata.

Secondo alcune fonti il cadavere è stato ritrovato riverso supino al centro della cantina con un coltello, arma del delitto, conficcato ancora nel bulbo oculare. Nonostante la brutalità del delitto restano ancora poco chiare: movente, colpevole e dinamica dell’accaduto.

Pattuglia della Polizia (pexels)
Pattuglia della Polizia (Pexels)

Allo stesso tempo è entrato in gioco un altro fattore che ha indirizzato la polizia sui primi sospetti, alcuni testimoni avrebbero sentito il 52enne litigare animatamente con il fratello 48enne prima di scomparire per giorni.

Dalle prime ricostruzioni si è ipotizzato che dopo la lite, ancora da confermare, si sia persa ogni traccia di entrambi i fratelli. I due risultavano residenti nella stessa casa di via Principe d’Acaja 38, tra piazza Benefica e il Palazzo di giustizia insieme al padre.

Il genitore, essendo fuori da qualche giorno, provava senza alcun successo a contattare i figli. Solamente oggi il padre ha scoperto il motivo dell’assenza di uno dei due figli. L’uomo è stato avvistato nei pressi dell’abitazione in cui si è consumato il delitto in lacrime e soccorso da alcune persone.

–> LEGGI ANCHE TORINO, SUICIDA A 18 ANNI. INDAGINI SU BULLISMO E OMOFOBIA

–> LEGGI ANCHE SI TUFFA NEL LAGO E SCOMPARE, DISPERSO TURISTA OLANDESE

Nel frattempo continuano gli accertamenti tecnici scientifici sul caso da parte dei militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dell’Arma di Torino che si impegneranno per far luce sulla questione irrisolta.