2 milioni di euro in frigorifero: chiedeva anche il sostegno al reddito

2 milioni di euro in frigorifero: sembra impossibile eppure è accaduto. E oltre a questo, il malfattore chiedeva il sostegno al reddito. I dettagli.

2 milioni di euro in frigorifero denaro
Pixabay

Nascondere 2 milioni di euro in frigorifero e poi chiedere anche aiuto alla Regione? Sì, è possibile ed è successo in Italia. Il colpevole sarebbe un imprenditore che aveva, con molta nonchalance, milioni di soldi in contanti. E dove custodirli se non in…cucina? Del resto si sa, almeno in casa, non occorre pagare commissioni per il prelievo.

Trattava la sua abitazione come una banca, nascondendo ben 2 milioni di euro in frigorifero. Ma la situazione tanto bizzarra quanto illegale, celava un altro paradosso. Il malfattore, un imprenditore che ha in possesso anche svariati immobili, chiedeva il sostegno al reddito. Ebbene sì: prima del reddito di cittadinanza, esisteva questo aiuto regionale e l’individuo se ne era appropriato indebitamente, già da qualche anno. Ma dov’è accaduto tutto ciò?

2 milioni di euro in frigorifero: ora però è il proprietario a stare “al fresco”

Non aveva dichiarato di possedere svariati immobili e altrettanti terreni; aveva nascosto 2 milioni di euro in frigorifero, denaro tra l’altro, già confiscato. In più, percepiva il sostegno al reddito. Di cosa si tratta? Parliamo di un aiuto regionale che esisteva già prima dell’attuale reddito di cittadinanza. Questo intervento monetario d’integrazione al reddito viene erogato  in caso di difficoltà del nucleo familiare del beneficiario.

2 milioni di euro in frigorifero frigo
Pixabay

Ed è proprio ciò che è successo allo scaltro imprenditore che ha nascosto 2 milioni di euro in frigorifero, aggirando controlli bancari, ma soprattutto, tenendo denaro che era già stato confiscato dalla Guardia di Finanza. Ma il “furbetto del frigorifero”, non era sconosciuto alle forze dell’ordine già anni prima: non soltanto, otteneva indebitamente sovvenzioni pubbliche, ma in questioni giudiziarie in cui era coinvolto, usufruiva anche del gratuito patrocino.

–> LEGGI ANCHE Donna denunciata, da troppo tempo truffava lo Stato

–> LEGGI ANCHE Arriva la condanna definitiva per un truffatore spaccaossa

Insomma, quella dei 2 milioni di euro in frigorifero non è che l’apice della carriera da malfattore di un imprenditore originario di Pordenone, che ha, come abbiamo detto prima, anche sfruttato la Regione Friuli-Venezia Giulia. Infatti, il sostegno al reddito è appunto un aiuto economico che la Regione Friuli elargisce a famiglie in difficoltà. Ora però, smascherato in tutti i suoi reati, sarà l’impreditore e non i suoi milioni in contanti a stare “al fresco”.