Renato Zero, il terribile dramma vissuto: “Ho rischiato di morire”

Renato Zero confessa il drammatico episodio in cui ha rischiato di perdere la vita: “Stavo per morire”, una storia finora segreta che il cantante ha deciso di condividere con il pubblico.

Renato Zero rompe il silenzio e svela al pubblico di aver rischiato seriamente di morire. Il cantante italiano si è tolto un peso di dosso durante la trasmissione “Verissimo” in onda su Canale 5: un racconto da brividi che aiuta a capire di più il suo personaggio.

Renato Zero sorride
Renato Zero (screenshot Facebook)

Stiamo parlando di una vera e propria icona della musica italiana: più di 50 anni di carriera, 44 album pubblicati, milioni di dischi venduti e decine di premi alla carriera. Per i suoi “sorcini” – come ama chiamare i suoi fan – e per tutti gli italiani, Renato Zero è uno dei cantautori più importanti della storia discografica di questo Paese.

Alcuni tra i suoi singoli sono ancora oggi canzoni indimenticabili. Titoli come “I migliori anni della nostra vita”, “Cercami”, “Il triangolo”, “Il carrozzone” e tante altre, resteranno per sempre nella storia.

In pochi, però, erano a conoscenza di questa vicenda. Stimolato dalle domande della conduttrice Silvia Toffanin, in occasione di un’intervista nel giorno del suo compleanno, Renato Zero ha deciso di confidarsi e tirar fuori una dolorosa storia che appartiene al suo passato, quando ancora non era famoso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Il dramma che ha distrutto il cantante Pupo

Malattia e trasfusione: “Avevo un piede all’aldilà”

renato zero canzoni
Renato Zero (screenshot Instagram)

Cos’è successo a Renato Zero di così grave da fargli confessare che “Mi sentivo come se avessi già un piede all’aldilà“? Il cantante ha rivelato di aver sofferto di una grave anemia da bambino: “Una malattia ereditaria che ho preso da mia madre“.

L’anemia è una malattia del sangue che in questo caso si è presentata in una forma particolarmente grave, tanto da costringere il giovanissimo Renato Zero a sottoporsi ad un intervento urgente di trasfusione: “Fu un prete a donarmi il sangue di cui avevo bisogno per salvarmi. Da quel giorno sono rimasto sempre attaccato alla vita“.

Questa storia ci dice tanto sul carattere di Renato Zero. È evidente che un episodio del genere, un dramma così duro da affrontare, ne ha finito per temprare il carattere e mutare la personalità. Lui stesso lo ammette: “Questa storia mi ha insegnato a mordere la vita“.

Renato Zero, nonno e single

Per fortuna, però, questa triste storia appartiene al passato. Oggi Renato Zero ha 71 anni e nonostante sia rimasto single non si lamenta: “La mia vita è riempita dall’affetto del pubblico. Condivido con loro la mia felicità anche se a volte mi sembra di non essere all’altezza del loro amore“.

Ha anche due nipotine di cui va fierissimo: “Glielo dico sempre, chiamatemi nonno! Mi piace. Loro sono due femminucce di 14 e 15 anni e devo ammettere che sono molto geloso“.