TECH

Published on Maggio 1st, 2014 | by admin

Condizionatori LG 2014, tutte le novità

La cassetta della posta di ogni casa, ufficio, negozio d’Italia è sempre intasata da volantini, di ogni genere, forma, colore e utilità. Quelli ai quali, però, tutti diamo almeno un’occhiata, anche se distrattamente, sono due: i supermercati, perché di questi tempi trovare l’offerta migliore è quasi una scienza esatta, e i media store, ovvero quei grandi negozi che vendono elettrodomestici, tecnologia, elettronica, ecc.

In questo caso, il nostro sguardo non è dettato sempre dalla necessità, ma dal desiderio. Vorremo comprare l’ultimo smartphone, il migliore televisore LCD, un computer portatile, un tablet, e tutti quei prodotti che la pubblicità ci insegna ad amare e venerare.

Ci sono casi, invece, in cui l’interesse deriva dall’intenzione di effettuare l’acquisto, in particolare quando si tratta di climatizzatori in estate.
Ormai la primavera è arrivata, anche se con tempo variabile, e sta per partire la ressa ai centri commerciali per non lasciarsi sfuggire l’offerta dell’anno, quella che ci permetterà di installare un impianto di condizionamento in casa, o in ufficio, senza spendere cifre assurde.

Il problema, però, sorge quando cerchiamo di andare al di là della convenienza economica e ci addentriamo nei dettagli tecnici, sperando di riuscire a sfiorare la perfezione nel famoso rapporto qualità/prezzo, una ricerca che, nella migliore delle ipotesi, può durare settimane, se non mesi.
In questo articolo cercheremo di fornire delle informazioni preziose per cercare di facilitare la vostra scelta, e migliorare la qualità della vostra vita. Più o meno.

Partiamo dai concetti più banali, che spesso però vengono sottovalutati; i condizionatori esistenti in commercio sono moltissimi, e non hanno tutti, anche se a parità di costo, le stesse funzioni. Anche se sono classificati come elettrodomestici, i condizionatori necessitano di un tecnico specializzato per l’installazione e la, importantissima, manutenzione. Questo significa che non basta saper inserire la spina e leggere il libretto d’istruzioni.
Adesso passiamo ai concetti più complessi. Iniziamo dicendo che non esiste un unico tipo di climatizzatore; infatti, ci sono quelli monosplit e i multisplit. I monosplit sono quei condizionatori che consentono l’installazione di un solo dispositivo per unità esterna. Per unità esterna intendiamo quella specie di ventola che viene montata all’esterno dell’edificio. I multisplit, come suggerisce la parola, invece, consentono l’installazione di più climatizzatori negli ambienti su una singola unità esterna. Questa tipologia di condizionatori è consigliata per un’utenza business, quindi aziende e esercizi commerciali. Per un’abitazione, invece, è preferibile optare per un monosplit.

Loading...

Vi siete mai chiesti cosa ci sia alla base del funzionamento di un climatizzatore? Forse no, ma è interessante saperlo.
Generalmente un condizionatore è composto da un compressore, che serve a aumentare la pressione comprimendo il fluido al suo interno, un condensatore, che serve a portare il gas allo stato liquido, un evaporatore, che assorbendo calore dall’esterno vaporizza il liquido.

Sulle targhette applicate ai climatizzatori esposti negli store vi sarà sicuramente capitato di leggere la parola Btu. Non vi spaventate, basta andare su Wikipedia per capire che stiamo parlando di un’unità di misura anglosassone che calcola la quantità di energia, o calore, necessaria per raffreddare o riscaldare una libbra di acqua di un grado Fahrenheit.
Esistono climatizzatori da 7000 Btu, da 12000, da 15000, e la scelta è legata alla grandezza dell’ambiente da rinfrescare.
Un’altra parola che troverete spesso è “inverter”. I condizionatori si distinguono, infatti, in on-off e inverter. I primi sono i più semplici da usare e i più economici, ma consumano di più perché non modulano la potenza in base alla temperatura da raggiungere, ma sfruttano tutta la potenza immediatamente. Quelli ad inverter, invece, sono più cari, ma impiegano solo la potenza necessaria per ottenere la temperatura desiderata. Se viene utilizzato per molte ore, è preferibile acquistarne uno con quest’ultima tecnologia.

Il miglior consiglio, però, resta sempre lo stesso: è preferibile acquistare prodotti realizzati da marchi noti, come i condizionatori LG, che ha nel proprio catalogo diversi modelli.
Visitando il sito web della casa coreana, è possibile scoprire tutte le novità sui prodotti Lg, dalla linea residenziale a quella commerciale, passando per gli accessori disponibili.
Efficienti, dai bassi consumi energetici e dotati delle più innovative tecnologie, i condizionatori LG consentono di avere un’ottima resa a costi ragionevoli, con un’attenzione particolare anche alla salute. Si, perché grazie all’auto clean si previene la formazione di batteri e muffe che causano danni all’apparato respiratorio, oltre che cattivi odori. Inoltre, i climatizzatori Lg sono dotati anche di tecnologia Skew Fan, che consente di abbattere la rumorosità fastidiosa riscontrata in molti modelli concorrenti, favorendo l’utilizzo dell’elettrodomestico anche durante la notte.

E visto che l’occhio vuole la sua parte, i prodotti LG sono anche stilisticamente molto belli, grazie a un design ricercato, alla qualità dei materiali e ai display a Led, che permettono una perfetta integrazione in ogni ambiente.

Speriamo che queste indicazioni siano state di qualche utilità nella scelta del prodotto più adatto alle vostre esigenze.
Che sia un prodotto Lg o di un altro marchio, l’importante è arrivare al momento dell’acquisto consapevoli.

Tags: ,


About the Author

admin

Fondatore e Webmaster di CheSuccede.it , partecipa pure lui con i suoi articoli.



Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!