Roma, si apre una voragine a Torpignattara, le macchine sprofondano

Due automobili sono state inghiottite da una grossa voragine a Torpignattara, quartiere della zona est di Roma. Il bilancio dell’incidente.

Voragine Roma

Nell’area di via Zenodossio, tra i numeri civici 2 e 20, vicino ai palazzi, due automobili, una Mercedes e una Smart, questa mattina sono precipitate in seguito al cedimento dell’asfalto. Le macchine erano parcheggiate e quindi non c’é da riscontrare nessun ferito. Gli Agenti della Polizia Locale con il gruppo Prenestino hanno chiuso la strada nel punto dove si è aperta la voragine. Sul posto sono anche intervenuti i tecnici Acea e quelli di Italgas.

Il crollo ha interessato anche un parcheggio sotterraneo ubicato ai confini con la strada, completamente allagato e con le auto parcheggiate che sono state quasi completamente inondate. A quanto si apprende, pare che la voragine sia stata causata da una fuoriuscita di acqua. 

Sono state molte le persone a riversarsi in piazza per cercare di capire cosa possa essere accaduto. In queste ore si sta valutando se il palazzo corre il pericolo di crollo.

Voragine a Roma, le macchine sprofondano

Secondo le prime indagini dei Vigili del fuoco la voragine ha una profondità di circa sei metri e una lunghezza di 12. Alcuni residenti hanno dichiarato che si sta valutando la possibilità di sgomberare una delle scale del palazzo, anche se al momento non sono state date indicazioni a riguardo.

Quella di oggi non è l’unica voragine che si è aperta nel quartiere Torpignattara. A inizio febbraio l’asfalto ha ceduto sulla via Casilina nell’area della zona della Certosa, sempre in quel periodo un’altra voragine si é aperta in via di Acqua Bullicante e la circolazione era stata bloccata tra via Sampiero di Bastelica e via Roberto Malatesta.

–> Leggi anche Vaccino Moderna: super efficace per gli adolescenti dai 12 ai 18 anni

–> Leggi anche WhatsApp, che succede con il backup locale delle chat?

Anche in quei casi erano intervenuti con prontezza i Vigili del Fuoco che avevano predisposto la chiusura totale delle strade e gli Agenti di Polizia Locale di Roma Capitale per regolare il traffico.