Squalo avvistato sul litorale di Santa Marinella. Nuovo allarme




Uno squalo è stato avvistato nelle acque di Santa Marinella, in provincia di Roma. Scatta un nuovo allarme in tutta Italia.

squalo a santa marinella
pixabay

Si tratta già del secondo avvistamento di uno squalo avvenuto nel giro di una decina di giorni. Il primo è stato avvistato a Fiumicino, il 21 maggio scorso. Il secondo, sempre nel Lazio, sul litorale di Santa Marinella, in provincia di Roma.

Questa volta l’allarme è stato lanciato da una coppia che si trovava in barca, verso Capo Linaro. Un pescatore di 60 anni e sua moglie. Proprio la donna si è accorta della presenza di uno squalo che nuotava intorno alla loro barca.

La moglie del pescatore ha girato un video con il suo cellulare che è subito diventato virale. Nel video la donna chiede al marito se fosse possibile la presenza di tali pescecani in Italia. A quanto pare la risposta è affermativa.

Lo squalo di Santa Marinella non è lo stesso avvistato a Fiumicino

In molti hanno pensato che si potesse trattare dello stesso squalo avvistato una decina di giorni prima a Fiumicino. I due squali, però, secondo le descrizioni di chi li ha avvistati, sono differenti.

squalo a santa marinella
pixabay

Lo squalo di Fiumicino dovrebbe essere lungo 4 o 5 metri e di un colore che va tra il grigio e il marrone. Quello avvistato a Santa Marinella, invece, pare essere più piccolo, di una lunghezza di circa 3 metri.

Secondo la Capitaneria di Porto, come riportato anche da “La Repubblica”, si tratta di una verdesca, “una specie di squalo che è abbastanza comune nelle nostre acque”. Pare che il pescecane sia stato prima pescato e poi rilasciato in mare da un diportista.

L’allarme, scattato sulle spiagge laziali, però, in realtà riguarderebbe tutta Italia. Sono diversi, infatti, gli avvistamenti avvenuti a largo della nostra penisola negli ultimi tempi.

A tal proposito ricordiamo uno squalo bianco di 5 metri avvistato nel mare siciliano. Per non parlare poi di un altro enorme squalo che si è avvicinato alla barca di un pescatore in Salento nel mese di marzo.

–> Leggi anche Bus Atac distrutto dalle fiamme: esplosione al Flaminio

–> Leggi anche Roland garros: tennista portata via durante le gare. Il motivo è incredibile

Insomma, pare che le acque italiane, forse più pulite e selvagge, essendo state meno solcate nell’ultimo anno, stiano attraendo, sempre più, questa affascinante e temuta specie di pesce predatore.




POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

LE PIU' LETTE

NOTIZIE DA NON PERDERE