Whats App, nuove funzioni per l’App di Mark Zuckerberg

Whats App, confermata da Mark Zuckerberg l’uscita di ben tre nuovi funzioni per applicazione di messaggistica istantanea.

whatsapp
You Tube

L’attesa per le nuove funzioni di Whats App sembra finita.

Nel corso di un’intervista a WABetaInfo, Mark Zuckerberg, proprietario di Facebook che controlla l’app di messaggistica, ha confermato che entro la fine dell’estate sarà possibile configurare lo stesso account di WhatsApp su più dispositivi, fino ad un massimo di quattro. Un aggiornamento che verrà lanciato prima in versione beta e poi al pubblico.
Oltre a questa novità, Zuckerberg ha anticipato altre due funzioni che saranno rilasciate per l’estate:  Disappearing Mode e View Once.

Con la prima, i messaggi ricevuti e inviati verranno eliminati dopo un arco temporale a scelta tra 24 ore o 7 giorni. Con la seconda invece, dopo che un utente avrà visualizzato i contenuti multimediali all’interno di una chat, questi scompariranno automaticamente e definitivamente.

Zuckerberg ha confermato che il supporto multi-dispositivo non comprometterà la crittografia end-to-end, che protegge i messaggi tra due dispositivi in comunicazione.

“E’ stata una grande sfida tecnica” ha annunciato il creatore dell’app, “e non vediamo l’ora di lanciare l’aggiornamento”.

Da tempo, il principale concorrente di WhatsApp, Telegram, consente già di impostare uno stesso account su più telefoni o tablet, così come inviare messaggi in chat che si autodistruggono.

Whats App, nessuna limitazione per chi non accetta le nuove regole privacy

whatsapp
You Tube

Intanto Whatsapp, ha deciso di cambiare aprroccio per quanto riguarda le limitazioni per gli utenti che non intendevano accettare le nuove regole sulla privacy.

L’App infatti, dopo aver ricevuto molte critiche, ha deciso che non limiterà più chi non accetta le nuove regole privacy.

Nella sua pagina di supporto agli utenti aggiornata, WhatsApp ha anche affermato che non prevede di trasformare il promemoria sull’aggiornamento delle regole privacy facendolo diventare persistente, come annunciato inizialmente.

–> LEGGI ANCHE GRANDE VINCITA AL SUPERENALOTTO. CENTRATO IL 5 STELLA

–> LEGGI ANCHE Assegno unico: sospiro di sollievo per migliaia di famiglie

Il dietrofront sembra proprio dovuto al malcontento degli utenti che aveva provocato un trasferimento nelle chat concorrenti come Telegram e Signal.