La guardia giurata: “So chi era la donna con Denise Pipitone”

Federico Grieco rilascia importanti dichiarazioni nel corso della trasmissione Quarto Grado. Si infittisce il mistero di Denise Pipitone

Denise Pipitone (Instagram)
Denise Pipitone sorridente (Instagram)

Sono queste le parole che la guardia giurata milanese ha pronunciato durante la diretta del programma di Rete 4.

Si aggiunge quindi un tassello all’incredibile vicenda della piccola di Mazara del Vallo, avvolta nel mistero da ormai quasi 20 anni.

Nel corso degli ultimi mesi sono saltate fuori nuove testimonianze, registrazioni e addirittura una ragazza russa, Olesya Rostova, additata come la bambina calabrese.

Purtroppo le analisi del dna hanno smentito ben presto questa ipotesi, rigettando la madre Piera Maggio nell’incertezza.

Ora Grieco si fa avanti, rilasciando le sue dichiarazioni al giornalista Mediaset Gianluigi Nuzzi, spiegando le sue ragioni e il perchè non si fece avanti con più decisione prima. Ecco cosa ha raccontato.

Grieco: “Sono 17 anni che vivo col rimorso per Denise”

Era il 18 ottobre del 2004 quando la guardia giurata di Milano, in servizio preso un istituto bancario, vide un gruppo di rom davanti proprio alla banca, tra loro una bimba somigliante alla piccola. Così inizia il suo racconto a Quarto Grado.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Quarto Grado (@quartogradotv)

Prosegue la sua testimonianza riferendo che una delle donne chiamava la piccola Danàs, nome che ricorda molto in assonanza quello di Denise.

L’uomo decise di fare un video del gruppetto, era passato solo un mese e mezzo dalla scomparsa a Mazara e pensò che potesse aiutare a riconoscere la bambina.

Alle telecamere di Rete 4 ha inoltre detto di aver fatto ora formale denuncia in merito. Ma perchè dopo tutto questo tempo?

La guardia ha spiegato che 17 anni fa ne parlò sia con la moglie che con la polizia, che però gli intimò di aspettare il loro intervento prima di fare altri passi.

A rinforzare la sua decisione, ultimamente, un link giratogli da una signora, che vuole restare anonima, in merito a un articolo sui campi rom.

Leggendolo ha riconosciuto in una delle foto presenti proprio la donna che vide, tanti anni prima, in compagnia di quella che ritiene essere Denise.

–> Leggi anche Denise Pipitone, spunta l’audio shock: “L’hai ammazzata?

–> Leggi anche Denise Pipitone, la nuova intercettazione di Anna Corona: parole pesanti alla figlia Jessica

“E’ inconfondibile. Non dimentico mai una faccia” ha dichiarato, affermando poi che “Ho subito segnalato a chi di dovere e ho formalizzato il riconoscimento”.