Crash internet, siti e giornali nel mondo bloccati: sospetto attacco hacker

Il crash internet di oggi, ha letteralmente bloccato il mondo. Le più grandi piattaforme di e-commerce e i siti governativi, non erano raggiungibili. Si sospetta un attacco hacker

crash internet ecommerce
Pixabay

8 giugno 2021, una data da ricordare per tutti gli internauti del mondo: si è verificato, infatti, un crash internet globale. Ma cosa significa? In pratica, la luce della rete è venuta meno in un blackout generale che ha investito le più grandi piattaforme di e-commerce, ma non solo. Coinvolte anche le maggiori testate giornalistiche e i siti governativi. Che ci sia stato un attacco hacker dietro tutto questo?

La pirateria informatica è il flagello di questi nostri tempi moderni, in cui, dopo le gioie della tecnologia, arrivano i dolori dell’hackeraggio. Miliardi di dati degli utenti internet di tutto il mondo, sono ogni giorno sempre più in pericolo e il crash internet di stamattina, ha insospettito i più. Ma cosa è successo esattamente? La risposta in un messaggio numerico.

Crash internet: siti governativi e testate giornalistiche in blocco totale. L’ombra dell’attacco hacker

Stamattina 8 giugno 2021, l’odioso messaggio “Error 503” compariva su quasi tutte le homepage più note al mondo. Dalla Cnn al The Guardian; dal Financial Times all’Indipendent, passando per il New York Times. Ma il crash internet non ha coinvolto solo le maggiori testate giornalistiche mondiale. Nell’occhio del mirino anche i social network Reddit e Twitch. In Italia, invece, il blackout informato ha investito la Gazzetta dello Sport e il Corriere della Sera.

crash internet cyber crime
Pixabay

Anche i siti governativi, come quello della Casa Bianca, ad esempio, sono stati colpiti dal crash internet, il che ha fatto sospettare che dietro questo down, ci fosse un attacco hacker. In realtà, la notizia è stata presto smentita: il problema di oggi sarebbe stato causato da una falla tecnica nel sistema cloud di Fastly. Ma di cosa si tratta esattamente?

–> LEGGI ANCHE FUGA DEL VIRUS DAL LABORATORIO DI WUHAN, L’ACCUSA DEL GOVERNO STATUNITENSE

–> LEGGI ANCHE ALZHEIMER, NEGLI USA ARRIVA IL PRIMO FARMACO CONTRO LA MALATTIA

Fastly è l’azienda più importante al mondo per i servizi di Content Delivery Management, ovvero per la consultazione di contenuti web su scala mondiale. I Cdn, acronimo di Content Delivery Network, sono reti globali di server che ci permettono di caricare pagine web in modo veloce. Se, infatti, l’informazione che cerchiamo su internet, dovesse partire dal server principale, magari dall’altra parte del mondo, impiegheremmo molto tempo a navigare. I Cdn, insomma, sono l’autostrada del web e il crash internet di oggi, è stato un incidente che ne ha bloccato il traffico.