Covid Italia, il bollettino dell’11 giugno: i dati aggiornati

Covid Italia, i dati aggiornati dell’11 giugno: ecco il bollettino con contagi, morti e guariti delle ultime 24 ore.

Tamponi Covid
Tampone (Foto Instagram)

Nuovo bollettino Covid: come ogni giorno dall’inizio dell’emergenza, gli italiani seguono con interesse l’andamento del trend nel nostro paese. Situazione in netto miglioramento da settimane ormai: per questo motivo diverse Regioni sono già passate in zona bianca. Come preannunciato più volte dal Governo, con molta probabilità tutta l’Italia si troverà nella fascia di colore senza restrizioni dopo la metà di giugno.

Grandi alleati nella lotta al Covid sono sicuramente i vaccini. Da quando è iniziata la campagna di massa, gli ospedali si sono svuotati sempre di più. I numeri sono incoraggianti e il calo di ricoveri(sia quelli ordinari che quelli in terapia intensiva) è stato notevole. Vediamo insieme i dati di oggi 8 giugno sul numero dei contagiati, dei decessi e dei guariti.

Covid Italia, il bollettino di oggi 11 giugno: i dati aggiornati

I nuovi contagi sono 1.901 rispetto a ieri con 200.395 tamponi: il tasso di positività si attesta allo 0,9 %.

covid bollettino
Screenshot You Tube

Il numero complessivo di deceduti per Covid dall’inizio dell’emergenza è pari a 126.924, con 69 morti nelle ultime 24 ore. I pazienti in terapia intensiva sono 597 (un calo di 29 unità rispetto a ieri con 21 nuovi ingressi). La Regione con il maggiore incremento giornalieri è la Sicilia con 273 nuovi contagi.

–> Leggi anche Covid Italia, il bollettino del 10 giugno: i dati aggiornati 

–> Leggi anche Vaccini Covid, il pericoloso annuncio degli scienziati: cosa hanno scoperto 

Proseguono senza sosta le somministrazioni dei vaccini. Il caso della ragazza di 18 anni morta qualche giorno fa dopo aver ricevuto la dose di Astrazeneca ha riacceso il dibattito e ha ovviamente risollevato le voci dei no vax. Il Ministro della Salute Roberto Speranza, il Commissario straordinario Figliuolo, il coordinatore del Cts e il presidente del consiglio superiore di sanità Franco Locatelli hanno tenuto una conferenza stampa. Il vaccino Vaxzevria, salvo nuovi cambiamenti, sarà somministrato esclusivamente alle persone con un’età superiore ai sessanta anni.