Flavio Briatore, la Corte decide per il megayacht. All’asta: “Costa troppo allo Stato”




Quando si dice, la difficile vita dei milionari: Flavio Briatore e la causa senza fine per il suo megayacht. Da dieci anni l’imprenditore lotta per riaverlo, ma lo stato lo mette all’asta.

flavio briatore flavio
Screenshot da YouTube

Sono passati un bel po’ di anni, quasi dieci, da quando una notizia fece davvero scalpore. Flavio Briatore e Elisabetta Gregoraci con bimbo di un anno al seguito, “sfrattati” dalla Guardia di Finanza dal loro megayacht. Il gigante dei mari chiamato Force Blue, 62 metri di lunghezza per 1.325 tonnellate, è costato all’imprenditore qualche milione e tanti dispiaceri.

Indagato dalla Procura di Genova per evasione fiscale (si parlava della modica cifra di 3,6 miliardi di euro), Flavio Briatore vedeva finiti nel 2010, i suoi giorni da marinaio felice. Ma cosa centra il megayacht della discordia? Ebbene, dalle indagini era emerso che il proprietario del Billionaire avesse intestato il colosso nautico a una società nelle Cayman. In questo modo, figurando come noleggiatore, avrebbe evitato di pagare l’Iva sull’importazione del carburante.

Flavio Briatore: il suo yacht costa troppo allo Stato. Messo prima all’asta, oggi arrivano novità dalla Cassazione

Megayacht sì, megayacht no. La vicenda giudiziaria infinita che ha visto Flavio Briatore lottare per la restizione del suo Force Blue, sembra ad una svolta. Già a gennaio, la Corte d’Appello di Genova, avevo deciso per la messa all’asta del gigante nautico. Il motivo? Costava fin troppo allo Stato, in termini di spese di custodia. Ma da quale base d’asta si è partiti per comprare la casa galleggiante di Briatore? Il prezzo ha fatto sorridere i più. Forse un po’ meno l’imprenditore.

flavio briatore giustizia
Pixabay

Lo yacht di Flavio Briatore è stato svenduto a gennaio per 7 milioni di euro: sconvolgente, se si pensa che il costo d’acquisto per il magnate fu di ben 20 milioni. Ma i misteri riguardo questa vicenda giudiziaria, non sono ancora finiti. Il 27 gennaio scorso, si fa avanti un compratore che si aggiudica il palazzo del mare di Flavio: si tratta di Bernie Ecclestone, imprenditore ed ex pilota di Formula 1. Il fatto che fosse un caro amico di Briatore, ha insospettito più di qualcuno. Ma, la parola alla Legge, come si suol dire. La Corte ha deciso.

-–> Leggi anche LOREDANA LECCISO SVELA I RAPPORTI CON AL BANO: “NON È MAI SUCCESSO”

-–> Leggi anche EURO2020, POCHE ORE AL FISCHIO D’INIZIO DI ITALIA-TURCHIA ALL’OLIMPICO DI ROMA

È del 9 giugno scorso la decisione della Corte d’Appello di Genova, la stessa che aveva disposto la vendita all’asta dello yacht Force Blue, di revocarne la confisca. Una flebile speranza si profila allora per Flavio Briatore che continuerà a lottare per la restituzione del suo colosso da 62 metri. E non solo: il magnate sta già pensando a una richiesta di risarcimento allo Stato per questa, a suo dire, grave ingiustizia.




POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

LE PIU' LETTE

NOTIZIE DA NON PERDERE