Covid Italia, il bollettino del 13 giugno: i dati aggiornati

Covid Italia, i dati aggiornati del 13 giugno: ecco il bollettino con contagi, morti e guariti delle ultime 24 ore.

Tamponi Covid
Tampone (Foto Instagram)

Trend in netto miglioramento in Italia: gli ospedali si svuotano giorno dopo giorno, il numero di attuali positivi decresce e decolla quello dei guariti. Le vaccinazioni hanno sicuramente aiutato in questo momento così difficile: con le dosi effettuate alle persone a rischio si sono notevolmente ridotti i nuovi ingressi in terapia intensiva.

La questione Astrazeneca, tuttavia, ha sicuramente rallentato il tutto: dopo la morte della ragazza a Genova di appena 18 anni, il Governo ha imposto lo stop per questo vaccino: l’uso è adatto solamente verso le persone di età superiore ai 60 anni. Guardiamo insieme il bollettino di oggi 13 giugno, soffermando l’attenzione sul numero dei morti, dei nuovi positivi e dei guariti.

Covid Italia, il bollettino di oggi 13 giugno: i dati aggiornati

Secondo l’ultimo bollettino di oggi 13 giugno, i nuovi casi trovati nelle ultime 24 ore sono 1390 a fronte di 134.136 tamponi. Le persone che hanno affrontato il virus dall’inizio dell’epidemia sono 4.244.872, mentre il numero dei morti per Covid ha superato quota 127mila.

Ospedale Instagram Foto
Ospedale (Fonte Instagram)

Sale il tasso di positività: oggi tocca quota 1,04& (ieri era pari a 0.81%). Le persone che hanno perso la vita nelle ultime 24 ore sono 26: come detto, il numero ha superato quota 127mila (127.002). Aumentano ancora i guariti: le persone che hanno sconfitto il virus dall’inizio della pandemia sono 3.957.557 (3.460 tra ieri e oggi).

–> Leggi anche Covid Italia, il bollettino del 12 giugno: i dati aggiornati

–> Leggi anche Covid Italia, il bollettino di oggi 11 giugno: i dati aggiornati 

La Regione che ha registrato più casi positivi nelle ultime 24 ore è la Lombardia con 255 casi. C’è un dato che fa sorridere: in ben tre regioni non ci sono state vittime legate al Covid-19 (Veneto, Lazio, Valle d’Aosta). La campagna di vaccinazioni continua a viaggiare spedita: nonostante lo stop Astrazeneca ci sono sempre più dosi di Pfizer e Moderna. In attesa di capire cosa succedere per chi deve avere la seconda dose dopo aver ricevuto Astrazeneca come prima, il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha già spiegato che non ci sarà alcun mix di vaccini nella sua Regione.