Interrotta festa della prima comunione con 200 invitati e tre musicisti

Centinaia di persone in strada, tra adulti e bambini, per festeggiare la prima comunione. Sanzionate 20 persone

Interrotte festa 200 persone

Una festa per un prima comunione in strada, in via Calata Capodichino, nel quartiere San Carlo Arena a Napoli, con 200 persone partecipanti, tra adulti e bambini, è stata bloccata ieri notte dai carabinieri. Gli agenti della compagnia Stella insieme quelli del nucleo radiomobile si sono trovati a gestire una situazione molto complicata, riuscendo ad evitare disordini attraverso il buon senso.

Sono state multate 20 persone, tra cui anche i tre musicisti presenti che hanno immediatamente smontato gli impianti delle luci e della musica. E’ stato identificato e sanzionato anche l’organizzatore della festa, un uomo di 36 anni che voleva festeggiare la comunione del figlio avvenuta al mattino.

I militari del Comando provinciale di Napoli sono stati impegnati nella città e in provincia per i controlli sulla Movida. I carabinieri hanno riservato particolare attenzione nella fascia notturna, garantendo la loro presenza tutta la notte con numerose pattuglie presenti sul territorio. E’ stato inoltre verificato che non si creassero situazioni difficili dal punto di vista dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Interrotta festa 200 persone

Controlli sulla movida anche in provincia

I carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania, seguendo i servizi disposti dal Comando Provinciale, hanno presidiato le strade e le piazze di Frattamaggiore. Sono state identificate 200 persone e 106 veicoli sono stati controllati, si è disposto il sequestro di sei scooter.

Controlli a tappeto anche negli esercizi commerciali per la garanzia della sicurezza del consumatore. I militari insieme ai colleghi del Nas di Napoli, hanno sanzionato il titolare di un’attività, sequestrando alimenti pronti per la vendita ma sprovvisti della tracciabilità prevista. Gli agenti, grazie ad una presenza costante, dopo la mezzanotte hanno assistito alla chiusura di tutti i locali e hanno proceduto all’allontanamento della gente per evitare grandi assembramenti nei luoghi di ritrovo principali.

-> LEGGI ANCHE LITIGANO, LO LASCIA IN FIN DI VITA DAVANTI AI PASSANTI. FERMATA LA MOGLIE

-> LEGGI ANCHE SANGIOVANNI UMILIATO E DERISO. ECCO COSA E’ SUCCESSO

Il fenomeno della Movida rappresenta la manifestazione dei cambiamenti dei costumi delle abitudini sociali dei giovani. Il problema della Movida non riguarda solo Napoli ma interessa tutte le grandi città metropolitane che soffrono gli effetti derivanti dall’inciviltà notturna e ovunque si pone il problema dell’individuazione dei vari strumenti necessari per attenuarne le conseguenze.