Aggredisco un anziano in un parcheggio. Coppia arrestata dalla polizia

Una coppia ha aggredito un anziano in un parcheggio, la polizia è intervenuta sedando la situazione. Qual è il motivo dell’aggressione?  

Arresto Di Fazio
Polizia in azione (Screenshot Instagram)

Il fatto è accaduto a Bologna, l’anziano signore è stato scaraventato a terra, la sua prognosi è di 35 giorni.

Un gesto vile e feroce da parte di una coppia entrambi 28enni a discapito di un uomo di 83 anni. L’uomo era con la moglie, ha riportato vari traumi come la frattura scomposta del polso e una ferita all’arcata sopraccigliare. L’ospedale di Sant’Orsola lo ha dimesso con una prognosi di 35 giorni.

L’anziano signore è stato aggredito brutalmente a causa di un Rolex

Ospedale Instagram Foto
Ospedale (Fonte Instagram)

E’ stata individuata ed arrestata la coppia di rapinatori, conviventi di 28 anni originari della Romania, che lo scorso 22 maggio hanno aggredito un anziano di 83 anni nel parcheggio del centro commerciale Meraville di Bologna.

L’anziano di 83 anni è stato scaraventato a terra con violenza, ha riportato una ferita al sopracciglio e una frattura scomposta al polso, il policlinico Sant’Orsola l’ha dimesso con una prognosi di 35 giorni. I malviventi gli hanno sottratto un orologio Rolex

Immediatamente dopo l’aggressione, la moglie dell’anziano, ha allertato i soccorsi e le forze dell’ordine.

Gli investigatori della squadra mobile hanno scovato i rapinatori grazie alla descrizione, da parte dei testimoni, dell’auto che hanno utilizzato per il colpo.

-> LEGGI ANCHE OMICIDIO YARA, MASSIMO BOSSETTI TORNA ALLA CARICA. E’ UNA SFIDA CONTRO LO STATO

-> LEGGI ANCHE MARIA DE FILIPPI SALUTERÀ LA MEDIASET? PRONTA A FARE I BAGAGLI PER TRASFERIRSI ALTROVE

I ragazzi sono stati intercettati a bordo di un’auto intestata ad un prestanome, sono stati riconosciuti dagli anziani e da due testimoni che hanno assistito alla rapina. Al momento la donna è agli arresti domiciliari ed è considerata l’autrice materiale dell’aggressione all’83enne. Per l’uomo al momento non è stata disposta alcuna misura cautelare.

Le indagini sono state coordinate dal pm Bruno Fedeli, entrami i ragazzi hanno precedenti penali con episodi simili a quello appena raccontato.

L’anziano di 83 anni sta bene, ha bisogno di riposo e di recuperare le forze venute meno per l’aggressione fisica e la paura del momento. Non sembra aver riportato altri danni.