Set della Disney è focolaio covid, 15 i positivi a rischio 150 persone

Bloccato il mondo Disney per Covid, quindici casi sul set de La Sirenetta.

disney covid
fonte immagine Pixabay

Pur rappresentando il mondo dei sogni questa volta la Disney non è riuscita a restare separata dalla realtà. Nella giornata di ieri infatti sono state bloccate le riprese per il live action de La Sirenetta, girato in questi giorni fra Castelsardo e Golfo Aranci in Sardegna.

A risultare positivi sono stati 15 persone, 12 di loro fanno parte della troupe Disney. Uno di loro è stato ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’Aou di Sassari. Gli altri positivi sono barricati nelle strutture turistiche dove risiedono, tra Trinità d’Agultu e Isola Rossa in isolamento.

Come bloccare il contagio del focolaio

Per limitare il contagio di massa da Coronavirus sono stati effettuati oltre 150 tamponi tra i contatti diretti dei contagiati anche se si stanno attendendo i risultati, ancora incerti. A Sassari il reparto di Malattie infettive dell’Aou stava regredendo per il numero di pazienti presenti nella struttura e si stava preparando ad accogliere anche i pazienti non Covid.

Al momento ci sono solo 5 degenti: 4 adulti e un bambino in distacco da pediatria, nessuno di loro è in terapia intensiva o semi intensiva. Per quanto riguarda il reparto di Rianimazione non ci sono nuovi ricoveri da oltre un mese, e i tre pazienti Covid ancora in degenza stanno per essere dimessi.

disney
fonte immagine Pixabay

Sassari si stava preparando con uno sguardo ottimistico alla riapertura del reparto ma, in seguito a questo focolaio registrato sul set della Disney, dovrà guardarsi bene le spalle. Nel frattempo a spaventare la popolazione sarda è la variante indiana, o Delta.

Nella stessa giornata di ieri si sono rintracciati dei casi di Covid appartenenti alla variante Delta nella parte nord della Sardegna. A far luce su dei casi considerati sospetti è stato il laboratorio di virologia dell’Aou. Di seguito è stato avviato il sequenziamento del virus per avere la certezza del tipo di variante al quale appartiene.

-> LEGGI ANCHE VARIANTE DELTA MINACCIA LA LOMBARDIA, BOOM DI CASI: L’ALLARME DEI VIROLOGI

-> LEGGI ANCHE AGGRESSIONE PER UNA MASCHERINA: DRAMMATICO BILANCIO DELLE VITTIME

I risultati, assicurano i dipendenti del laboratorio, saranno disponibili entro una settimana o dieci giorni al massimo. Almeno per il momento, in merito alla presenza della variante Delta, le prime ipotesi sono ricadute sul focolaio della Disney.