Cristiano Ronaldo e Pogba contro gli sponsor: la posizione della UEFA

Cristiano Ronaldo e Paul Pogba hanno manifestato comportamenti alquanto particolari contro gli sponsor di Euro 2020: la posizione della UEFA.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cristiano Ronaldo (@cristiano)

La scena di Cristiano Ronaldo in conferenza stampa fece il giro del mondo: il fuoriclasse portoghese, durante la conferenza stampa prima dell’esordio ufficiale, decise di spostare in modo veemente le bottigliette di Coca-Cola presenti sul banco. Il fenomeno fece anche una battuta, invitando tutti a bere acqua. Il problema principale era però che il marchio presente sulle bottiglie è uno dei maggiori sponsor di Euro 2020.

Qualche giorno dopo anche Paul Pogba è stato protagonista di un gesto simile. Il francese, sempre in conferenza stampa, decise di togliere dal tavolo la bottiglia di birra (il marchio era sempre uno degli sponsor di Euro 2020). La motivazione del gesto potrebbe essere legata alla sua fede religiosa: l’Islam vieta il consumo di Alcool. Dopo questi episodi, la UEFA è intervenuta prendendo subito posizione.

Cristiano Ronaldo e Paul Pogba: la posizione della UEFA

Gesti semplici e genuini che però rischiano di costare caro. Dopo la scenetta di CR7 contro la Coca-Cola, le azioni del noto marchio hanno perso valore in Borsa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paul Labile Pogba (@paulpogba)

Dopo questi episodi, la UEFA è intervenuta e ha già avvisato le Federazioni. Ci sono degli obblighi e dei ricavi dagli sponsor che sono troppo importanti, sia per il torneo in corso che per tutto il calcio europeo. Il CEO di Uefa Events SA Martin Kallen ha anche rivelato che in questi casi c’è una possibilità di multa. “I calciatori sono obbligati a rispettare le regole del torneo. La UEFA non punirà mai un giocatore direttamente ma punirà le federazioni“.

–> LEGGI ANCHE CRISTIANO RONALDO, LA FRASE CONTRO COCA-COLA HA UN EFFETTO DEVASTANTE

-> LEGGI ANCHE SCIOPERO DEI TRASPORTI: PREVISTE RIPERCUSSIONI IN TUTTA ITALIA

I giocatori devono ovviamente rispettare le regole. Coca-Cola e Heineken fanno parte dei 12 sponsor principali di Euro 2020: grazie ad essi il torneo “ricava” 2,4 miliardi di dollari. Gesti di calciatori di fama planetaria hanno delle ripercussioni notevoli.