Juve in lutto, muore una bandiera del club bianconero

Se n’è andato durate la notte Gianpiero Boniperti, il bianconero fino all’osso avrebbe compiuto 93 anni il prossimo 4 luglio.

boniperti
fonte immagine Instagram

Boniperti comincia la sua carriera nel club juventino a soli 17 anni, nel 1947, pagato 60 mila lire a metà tra la squadra del suo paese, Barengo (Novara), e il Momo che l’aveva tesserato. È riuscito a distinguersi sin da subito nell’ambito calcistico diventando, insieme a John Charles e Omar Sívori, membro del Trio Magico. I tre calciatori erano i più prolifici attaccanti ammirati della serie italiana.

Dalla Juve, che rappresenta la sua casa e il suo cuore, ne è diventato presidente dal 1971 al 1990 e poi, fu richiamato dalla famiglia Agnelli, per diventarne amministratore delegato dal 1991 al 1994. Dice addio alla sua squadra 48 anni dopo la sua prima partita, quando ha lasciato la presidenza effettiva della Juventus.

Nel 2004 è rientrato nella lista dei 125 migliori calciatori della storia, nella classifica soprannominata FIFA 100. Stilata nei primi anni 2000 in occasione del centenario della FIFA. Dopo gli scandali di Calciopoli, nel 2006, è stato richiamato dalla Juve per assumere la carica di presidente onorario del club. Successivamente, nel 2012 è entrato a far parte della Hall of Fame del calcio italiano tra i dirigenti.

Tutto l’amore di Boniperti per la Juve

boniperti
fonte immagine Instagram

La frase tipica di Boniperti “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta” è diventata il vero marchio di fabbrica della Juventus. Inoltre, l’amore incondizionato che aveva per la squadra bianconera è sempre stato apertamente manifestato, tra le sue affermazioni storiche c’è anche “La Juve non è soltanto la squadra del mio cuore, è il mio cuore”.

Aveva raccontato in diverse occasioni che da bambino si sarebbe accontentato di portare la maglia bianconera “una volta, per essere felice per sempre”, ma le sue aspettative sono state superate di gran lunga dalla realtà, poiché Boniperti ha indossato quella maglia per 444 partite.

-> LEGGI ANCHE ALESSANDRO CATTELAN: UNA NUOVA AVVENTURA PER DOPO X-FACTOR

-> LEGGI ANCHE UOMO RUBA UN’AMBULANZA E MINACCIA I PARAMEDICI: VOLEVA SOCCORRERE UN PARENTE

Dopo anni di devozione alla Juve, Boniperti si è spento nelle scorse ore per un’insufficienza cardiaca, a dare l’annuncio del decesso è stata la famiglia. I funerali si svolgeranno in forma privata nei prossimi giorni.