Morto in casa e ritrovato una settimana dopo: scoperta straziante

Nelle scorse ore è avvenuta la tragica scoperta: ritrovato un uomo morto in casa da diversi giorni.

anziano
fonte immagine Pixabay

Siamo nel comune siciliano di Cartanissetta, città che ad oggi, dopo il ritrovamento del corpo esanime di un uomo, conta un abitante in meno.

Come è stato ritrovato il cadavere dell’uomo morto in casa

Il ritrovamento del cadavere è da considerare una pura casualità. Delle persone, che erano di passaggio nei pressi dell’abitazione dell’uomo deceduto, hanno sentito un odore strano provenire dall’appartamento. Insospettiti su cosa potesse essere successo all’interno dell’abitazione, hanno deciso di contattare la polizia locale per svolgere degli accertamenti.

Sul posto sono arrivate, insieme alle forze dell’ordine sollecitate dai passanti, anche il medico legale e la polizia scientifica che sono entrati in casa. All’interno della dimora hanno rinvenuto il cadavere di un uomo di 85 anni.

L’anziano abitava solo nella sua casa e si presume che la morte risalga a circa una settimana fa. La tempistica dell’accaduto è stata determinata in seguito a degli esami che sono stati svolti sul cadavere dell’uomo.

Non sono note ancora le cause del decesso ma il medico legale pensa si possa trattare di una morte avvenuta per cause naturali, data anche l’età avanzata dell’uomo. Ucciso forse anche dalla solitudine con la quale era costretto a convivere.

medico
fonte immagine Pixabay

Nelle stesse ore un ragazzo di Milano è stato portato al pronto soccorso in seguito a una lesione da arma da taglio. Si tratta di un diciottenne, aggredito alle spalle da uno sconosciuto che gli ha procurato una ferita all’altezza della spalla molto profonda. All’arrivo del 118 il ragazzo era ancora cosciente ed è riuscito a indicare ai soccorritori il nome ed età.

–> LEGGI ANCHE LUTTO NEL CALCIO: MUORE GIOVANISSIMO IL CALCIATORE LUCAS PEREIRA

–> LEGGI ANCHE ASSALTO IN AMBULANZA, LA “BAND RIVALE” DEI FERITI CON MAZZE E PISTOLE

La vittima è stata portata in ospedale con codice rosso ma per fortuna il giovane non è in pericolo di vita. Nel frattempo prosegue la ricostruzione sulla natura della vicenda, anche se resta ancora sconosciuto il movente che ha spinto l’aggressore ad attaccare il diciottenne alle spalle. Ad occuparsi del caso in esame sarà la questura.