Denise Pipitone, l’indiscrezione: nuovi scenari inquietanti

Il conduttore di Ore 14 lancia un’indiscrezione stupefacente durante la puntata di ieri, lasciando intendere scenari inquietanti sulla vicenda di Denise Pipitone

Denise Pipitone Piera Maggio (Instagram)
Denise Pipitone e Piera Maggio (Instagram)

Nello speciale andato in onda ieri e dedicato al caso della piccola di Mazara del Vallo, ormai scomparsa da 17 anni, Milo Infante ha dato nuovi importanti aggiornamenti.

Ore 14 si sta occupando della vicenda ormai da più di due mesi, da quando nuove informazioni e intercettazioni hanno iniziato a uscire fuori su Denise Pipitone e la sua misteriosa scomparsa.

Si sono fatte diverse congetture e una ragazza russa, Olesya Rostova, è stata inizialmente presa per la piccina calabrese cresciuta, fatto poi smentito dalle analisi del Dna.

Le troupe della stessa Ore 14 e di Chi l’ha Visto, giunte sul posto e intente a confezionare dei servizi, sono rimaste vittime di aggressioni verbali e fisiche.

Ultimamente, inoltre, la madre della bambina, Piera Maggio, si è scagliata duramente contro il programma Quarto Grado, accusandolo di dare una di lei versione distorta ed essendo tutt’altro che garantista, arrivando a diffidarlo.

Ieri il giornalista ha parlato proprio della donna, dando informazioni che, se confermate, sarebbero clamorose.

Ore 14: la mamma di Denise vittima di calunnie

E’ questo quanto afferma la trasmissione di approfondimento di Rai 2. La donna sarebbe stata oggetto di numerosi attacchi volti a depistare le indagini.

Piera Maggio (Instagram)
Piera Maggio madre di Denise Pipitone (Instagram)

Infante ha proseguito specificando di non poter raccontare tutto fino in fondo ma che c’è una cosa che “sarà uno dei punti fondamentali dell’inchiesta della commissione vigilanza” e riferendosi a uno dei principali investigatori che dopo 17 anni dirà delle cose sulla Maggio davvero sconvolgenti.

Talmente forti da lasciarli sbigottiti e attoniti: “Quando le abbiamo sentite abbiamo fatto un salto sulla sedia”. Ha quindi dichiarato duramente esserci in atto una vera persecuzione denigratoria nei confronti della signora, al fine di farla passare come una cattiva madre.

La trasmissione è poi proseguita dando voce a Alessia Morani del Pd, membro della commissione Giustizia che ha spinto per l’istituzione della commissione d’inchiesta parlamentare in merito alla vicenda.

–> Leggi anche Denise Pipitone: le nuove intercettazioni. “La bimba dov’è?”

–> Leggi anche Denise Pipitone: clamore Quarto Grado. Piera Maggio non ci sta 

La parlamentare ha dichiarato che visti i recenti sviluppi in merito al caso Pipitone, la commissione non solo è necessaria, ma “doverosa“.