Variante Delta: picco in Gran Bretagna, previsioni spaventose

Variante Delta: picco in Gran Bretagna con oltre 16mila contagi e spaventose le previsioni per l’estate. In Italia aumentano i focolai.

variante delta
screenshot You Tube

Si impennano i casi di infezione dovuti alla variante Delta del coronavirus, vista per la prima volta in India a ottobre.

Si parla già di una crescita esponenziale e le previsioni del Centro europeo per il controllo delle malattie non sono rosee, indicando infatti che in estate la variante proveniente dell’India potrà veicolare il 90% dei contagi in Europa, diventando dominante.

Intanto la Gran Bretagna ha registrato un nuovo spaventoso picco di contagi, 16.135 in 24 ore; il 60% della popolazione vaccinata ha permesso però di ridurre ricoveri e decessi.

Dati che hanno già messo in allarme la Germania, dove la cancelliera Angela Merkel auspica in tutti i Paesi dell’Unione europea la quarantena per chi arriva dalla Gran Bretagna.

Israele ha deciso di rinviare dal primo luglio al primo agosto l’ingresso nel Paese dei turisti vaccinati.

Variante Delta in Italia, Draghi: “Teniamo alta l’attenzione”

variante delta
screenshot You Tube

In Italia, nonostante i numeri dell’epidemia siano al momento decisamente bassi, la minaccia della variante Delta comincia a pesare. “Dobbiamo tenere alta l’attenzione”, ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi.

A preoccupare il premier sono i focolai segnalati ormai in molte Regioni e per questo Draghi ha esortato a “procedere nella campagna vaccinale con la massima intensità”.

–> LEGGI ANCHE Covid Italia: scoperto focolaio variante Delta

–> LEGGI ANCHE Covid, la variante Delta ha tre versioni: una la più pericolosa

 

In Lombardia la variante indiana a giugno è salita al 3,2% mentre è la Campania a registrare il maggior numero di casi, con 83 nel Vesuviano e 44 a Torre del Greco; dalla Sardegna si segnalano 15 casi nel Sassarese e 3 nel Teramano. Almeno cinque, al momento, i casi emersi in Abruzzo.

Il Lazio invece, ha deciso di anticipare i richiami delle vaccinazioni con AstraZeneca per garantire, con due dosi di vaccino, una migliore protezione contro la variante Delta.