Migrante muore improvvisamente. Bisogna fare attenzione, soprattutto ora

Un migrante di 27 anni è morto improvvisamente dopo aver terminato la sua giornata lavorativa. Un malore improvviso indotto da un attuale condizione. 

ecco quando finirà il mondo
il Sole, screenshot You Tube

Un uomo di 27 anni è morto, aveva svolto una normale giornata di lavoro ma un malore lo ha stroncato. Il ragazzo era originario del Mali e residente ad Eboli, Camara Fantamadi è morto ieri sera intorno alle 18.00 sulla provinciale tra Brindisi e Tuturano.

L’uomo lavorava nei campi, ieri ha lavorato per quattro ore, si è sentito male mentre rientrava a casa in bicicletta. I soccorsi non hanno potuto far nulla per salvarlo.

La causa del decesso? Il caldo asfissiante

Ventilatore (Pixabay)
Ventilatore (Pixabay)

Camarda Fantamadi, di 27 anni originario del Mali, stava rincasando quando dopo quattro ore di lavoro si è sentito male per strada ed è morto.

L’uomo è deceduto per il troppo caldo, la temperatura ieri ha superato i 40 gradi. Quando si è accasciato in terra aveva ancora in dosso i vestiti sporchi di terra, Camarada lavorava nei campi come bracciante agricolo.

Mentre era in bici ha avvertito un malore, si è accostato per riposare, è sceso dalla bici e si è accasciato in terra. Un passante gli ha prestato soccorso ed ha allertato il 118. Ma è stato tutto inutile, l’uomo è morto sul colpo probabilmente stroncato da un infarto. Camarada è stato trovato a pancia sotto con la faccia sull’asfalto rovente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> MERCEDESZ, LA SCOLLATURA NON È ADATTA AI DEBOLI DI CUORE: CHE SPETTACOLO – VIDEO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> RIFIUTANO IL VACCINO: GRAVI PROVVEDIMENTI PER PERSONALE SANITARIO

Il ragazzo era a Brindisi da tre giorni, si era ricongiunto a suo fratello. Lavorava per 6 euro l’ora, come i suoi compagni, 24 euro al giorno per lavorare nei campi sotto al sole. Un suo amico ha raccontato ai carabinieri che Camara stava bene, solo verso la fine della giornata ha chiesto un pò d’acqua per rinfrescarsi la testa. Ha preso la bicicletta ed è andato via.

La comunità è senza parole. I connazionali stanno organizzando una raccolta fondi per riportare Camara a casa sua, dai suoi genitori. Una tragedia che ha lasciato tutti senza parole.