Denise Pipitone, l’ex pm Angioni spiega perchè è stata indagata

L’ex pm prosciolto dal caso Denise Pipitone ha spiegato a “Chi l’ha Visto?” perchè sarebbe stata indagata. Il motivo lascia senza parole. 

Denise Pipitone pipitone
Screenshot da YouTube

Scomparsa nel nulla all’età di 4 anni, il caso di Denise Pipitone dopo 17 anni è ancora un mistero e purtroppo si presentano nuove informazioni che gettano ancora di più sospetti sul caso.

La bimba è stata rapita il 1 settembre 2004 da Maraza del Vallo, sembra che Denise sia scomparsa nel nulla con uno schiocco di dita. La madre Piera Maggio è arrivata fino in capo al mondo per trovare la bambina ma senza vittorie.

Nessuno sa niente, nessuno ha visto niente e nessuno dice niente. Troppe luci ed ombre hanno tolto una bambina alla sua mamma, che appare forte ma ha più volte dichiarato di non essere wonder woman.

L’ex pm Angioni spiega i motivi delle indagini sul suo conto

Maria Angioni Denise (Youtube)
Maria Angioni Denise Pipitone (Youtube)

A seguire le indagini del caso Denise Pipitone è stata il pm Maria Angioni, successivamente sollevata dall’incarico. Nell’ultimo periodo l’Angioni ha fatto molto parlare di se, soprattutto per le dichiarazioni che ha fatto sulla sparizione della bambina, sulle indagini depistate e su tanto altro ancora.

L’ex pm è stata indagata per false dichiarazioni e ieri durante la trasmissione “Chi l’ha Visto?” si è cercato di capire per quale motivo la Procura di Marsala abbia preso questo provvedimento. L’Angioni è stata la prima ad occuparsi del caso di Denise Pipitone, nel programma di Rai3 ha commentato le ultime novità.

La magistrata oggi è giudice di Sassari, ieri è stata intercettata dalla redazione, la giornalista Federica Sciaralli ha commentato: “Naturalmente è un atto molto forte nei confronti di un magistrato indagarlo.”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —–> MIGRANTE MUORE IMPROVVISAMENTE. BISOGNA FARE ATTENZIONE, SOPRATTUTTO ORA

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> BALLANDO CON LE STELLE, DRAMMATICO ADDIO: IL DOLORE DI MILLY CARLUCCI

Raggiunta telefonicamente l’ex pm Maria Angioni durante la trasmissione su Rai 3 ha commentato: “Cosa succede? Niente. Mi hanno contestato che quando mi hanno sentito al sit il 3 maggio senza darmi i documenti che avevano, infatti io questo l’ho lamentato, avrei detto delle cose un po’ discordanti da come risulterebbero dai documenti”. 

E solo ora che è sotto indagine, l’ex pm è riuscita a dichiarare che è riuscita a : “poter depositare richiesta di copia di tutti i documenti”.