Maxi focolaio, 700 studenti positivi e 2000 in quarantena

Un maxi focolaio ha colpito 700 giovani, tutti risultati positivi dopo aver effettuato il tampone.

covid annuncio
Pixabay

È successo a Maiorca, i protagonisti sono ben 700 studenti spagnoli provenienti da otto comunità autonome del Paese. La notizia viene riportata dal quotidiano El Pais che rettifica anche il numero dei giovani in quarantena, nel giro di un giorno è salito da 2000 a 3000.

La causa scatenante del maxi focolaio sarebbe stata la movida giovanile, consumatasi tra le feste in camere d’albergo e in locali pubblici, le gite in barca e un concerto reggaeton dalla grande portata numerica di spettatori nell’arena di Palma.

Attualmente il ministero della Salute ha confermato i dovuti accertamenti sull’evoluzione del focolaio. Nell’arco di poche ore sono stati individuati altri 268 studenti che si trovano ancora sull’isola e che avrebbero potuto avere dei contatti diretti o indiretti con gli altri ragazzi rientrati a casa e risultati positivi ai tamponi.

folla
fonte immagine Pixabay

Il governo delle Isole Baleari sta svolgendo le indagini su nove hotel nella zona di Arenal de Llucmajor. Previste le indagini anche in merito al concerto che è stato sospeso dalla polizia poiché non rispettava le dovute misure di sicurezza anti Covid.

L’isola della Baleari resta la meta più ambita dai giovani studenti spagnoli, ogni anno sono circa in 12mila i ragazzi che provenendo da tutte le regioni della Spagna scelgono questa come tratta estiva per festeggiare la fine dell’anno scolastico.

La maggior parte di questi viaggi vengono organizzati da varie agenzie specializzate, come ‘Tu Fin de Curso o ‘Xcape’, molto popolare tra gli studenti. Ogni anno l’agenzia propone dei pacchetti sui 400 euro tutto compreso, incluso nel prezzo finale quindi biglietto aereo o traghetto, trasferimenti aereoportuali e pernottamenti in hotel. Inclusi anche attività extra come feste in piscina, concerti ed eventi in programma.

-> LEGGI ANCHE VARIANTE DELTA, ITALIA IN ZONA ROSSA

-> LEGGI ANCHE SI TUFFA E MUORE ALL’ISTANTE. PAESE SOTTO SHOCK

Ai ragazzi quindi non resta che fare le valige e partire per staccare dalla solita routine, ma questa volta non tutto è andato come sperato.