Variante Delta: monta la paura, pericolo contagio immediato

La Variante Delta continua a destare preoccupazioni nel nostro Paese, l’esperto avverte: “E’ diventata più veloce, attenzione”

Folla (Pixabay)
Gente per strada immagine di repertorio (Pixabay)

La variante Delta del virus è ormai presente anche da noi in Italia e nonostante fortunatamente non si sia in una situazione di grave emergenza come in Gran Bretagna o in Russia, i medici sono in allerta.

Al momento le regioni del Belpaese che risultano maggiormente colpite dalla variante sono il Friuli Venezia Giulia con il 70%, la Campania al 30% e le Marche con il 10-12%. Uniche due a non aver ancora riscontrato casi la Basilicata e la Val D’Aosta. In Lombardia sono stati registrati 130 casi ma l’incidenza rimane al momento bassa, solo il 6%.

La paura degli specialisti è che ci possa essere un ripetersi della situazione già vissuta alla fine dell’estate scorsa, quando ci fu un aumento drammatico dei casi con il conseguente inizio della seconda ondata.

Un timore ben fondato, viste le nuove notizie che provengono dall’altro capo del mondo, da uno dei Paesi con la crescita maggiore di contagiati, l’Australia, da giorni di nuovo in lockdown per scongiurare il peggio.

Parla l’esperta: “Attenti alla variante Delta, bastano pochi secondi”

A prendere la parola è Jeannette Young, responsabile sanitaria del Queensland, in Australia, appunto: “Prima parlavamo di contatti di 15 minuti con persone infette, adesso sembra che 5-10 secondi di contatto ravvicinato possano rappresentare un problema”, la sua preoccupante dichiarazione.

covid-19 variante delta (Pixabay)
Covid Variante Delta (Pixabay)

Ha quindi proseguito, spiegando come questa variante, oltre ad essere del 60% più contagiosa di quella inglese, la Alpha, sia facilmente trasmissibile: “In uno spazio chiuso dove la ventilazione non è adeguata il virus è ancora nell’aria. Quindi se cammini in quella zona e respiri quell’aria, potresti essere infettato”.

I sintomi sono leggermente diversi rispetto alla “versione” precedente e potrebbero in qualche modo mandare in confusione soprattutto i soggetti più fragili come bambini e anziani, che potrebbero scambiarla per un banale raffreddore, non tutelandosi adeguatamente.

–> Leggi anche Covid: trovato il vaccino efficace per tutte le varianti, anche Delta

–> Leggi anche Variante Delta preoccupante, un nuovo focolaio in Italia

Massima allerta e attenzione a non abbassare la guardia quindi, mantenendo sempre le misure sanitarie previste.