Alberto Sordi, l’enorme diatriba per l’eredità dell’attore: la famiglia non ha preso ancora nulla

Nonostante i molti anni passati dalla sua morte, l’eredità del grande attore romano continua ad alimentare diverse polemiche

Uno dei motivi per cui il discorso legato alla sua eredità è ancora al centro dell’attenzione, è sicuramente il fatto che Sordi non abbia mai avuto figli.

 

Alberto Sordi (Instagram)

Oltre dunque a non avere eredi diretti, il celebre attore non si è nemmeno mai sposato. Questi fattori hanno portato ad una vera e propria battaglia legale che tutte le parti in causa stanno affrontando da ormai molto tempo.

Per il cinema nostrano Alberto è stato un monumento, tanto da venir considerato uno degli interpreti più influenti della storia. Le pellicole a cui ha partecipato sono innumerevoli; secondo alcune stime, il numero totale dei suoi film supera la cifra di centocinquanta.

L’ultima volta che è salito sul set cinematografico risale al 1998, anno in cui ha diretto e recitato nella commedia intitolata “Incontri proibiti”. Soltanto qualche stagione più tardi, per la precisione nel 2003, Sordi è venuto a mancare per colpa di una grave forma di polmonite.

Leggi qui -> Al Bano Carrisi, arriva la confessione su Ylenia: “L’ho capito subito”. Clamoroso

Leggi qui -> Maria De Filippi, prima della tv voleva fare altro: il suo “fallimento” | Ecco di cosa si tratta

L’eredità di Alberto Sordi è ancora contesa

Prima della sua morte, Alberto ha scritto il testamento nel quale ha dichiarato la volontà di lasciare tutti i suoi averi nelle mani della sorella Aurelia.

Anche lei però, qualche anno dopo è deceduta, lasciando aperta l’intera vicenda dell’eredità. La donna avrebbe deciso di affidarla completamente alla “Fondazione Museo Alberto Sordi”, nata con l’obiettivo di trasformare la sua storica villa in cui è sempre vissuto in un museo in sua memoria.

Tuttavia, la Procura di Roma ha aperto un’indagine in merito ad un presunto tentativo di circonvenzione dell’anziana donna, deceduta all’età di 97 anni. Tra i principali indiziati c’è stato l’autista e tuttofare della famiglia Sordi, il cui nome corrisponde a quello di Arturo Artadi.

Alberto Sordi (Instagram)

Il processo si è però concluso con un nulla di fatto, in quanto non sussistono prove del suddetto reato, con la conseguente caduta delle accuse. Ora invece, a voler metter mano sulla grande eredità sono i suoi parenti. Sono ben 37 i nipoti ed i cugini del compianto attore che hanno impugnato la vicenda in mano per tentare di ricevere la loro parte.

Per il momento la faccenda è in fase di stallo, tuttavia siamo in possesso di alcune cifre. In totale, in merito al patrimonio lasciato ai posteri da Alberto, si parla di una somma che supera i 30 milioni di euro, di cui 16 di liquidità della suddetta fondazione e più di 15 di valore immobiliare della sua meravigliosa villa romana.