Roberto Bolle, la rivelazione sul momento distruttivo: “Mi stavo rovinando”

Il grande ballerino italiano ha confessato di aver trascorso un periodo in cui si stava rovinando con le sue stesse mani

Nato nel marzo del 1975 a Casale Monferrato, piccolo comune in provincia di Alessandria, è considerato uno dei più grandi ballerini al mondo. Roberto è infatti l’eccellenza della danza italiana, grazie alla sua smisurata abilità con cui si esibisce ormai da anni e anni davanti alle platee dei migliori teatri a livello internazionale.

 

Roberto Bolle (Instagram)

Attualmente è sia Etoile del Teatro alla Scala di Milano che ballerino principale dell’American Ballet Theatre di New York, un doppio incarico di prestigio che nessuno prima di lui aveva mai rivestito. Nel corso della sua incredibile carriera ha partecipato anche ad alcuni programmi televisivi, tra cui un paio in cui è stato assoluto protagonista. Nel 2016 è andato in onda l’evento chiamato “Roberto Bolle – La mia danza libera”, mentre un paio di stagioni più tardi è stato trasmesso “Danza con me”, entrambi sulle frequenze del primo canale della tv di Stato.

Leggi qui -> Maria De Filippi, prima della tv voleva fare altro: il suo “fallimento” | Ecco di cosa si tratta

Leggi qui -> Marcella Bella, la confessione sulla malattia lacerante: “L’ictus ha colpito metà del suo volto”

Il racconto scioccante di Roberto Bolle

Nel corso di un’intervista rilasciata a “Ok Salute e Benessere”, l’esperto danzatore ha rivelato pubblicamente che in passato ha seguito un’alimentazione deleteria, tanto che si stava danneggiando da solo.

“Tornavo a casa stremato, non ce la facevo a spadellare. Mi tornava molto più semplice scartare qualche confezione sul divano. A un certo punto ho capito che mi stavo rovinando. Dovevo chiudere con quell’anarchia alimentare, rifugio effimero dello stress”, le parole di Roberto con le quali ha raccontato un retroscena personale.

Roberto Bolle (Instagram)

Successivamente invece, Bolle ha parlato dei tanti sacrifici che comporta un lavoro come il suo. Disciplina ferrea, infinite ore trascorse ad allenarsi, la preparazione in vista delle gare, questi sono soltanto alcuni aspetti delle avversità che uno sportivo professionista si trova a fronteggiare.

Tuttavia questo non basta, infatti come ha affermato il ballerino è necessario seguire anche una corretta alimentazione che favorisca il corretto svolgimento di un’attività fisica di alto livello. Per dare una svolta al suo regime alimentare, il quarantaseienne piemontese ha dichiarato di essersi rivolto ad un esperto: “Io mi sono fatto aiutare da un nutrizionista che mi ha fornito indicazioni precise sul regime più adatto a un atleta come me”.