Max Pezzali, la passione che l’ha devastato: dolori lancinanti

L’ex frontman degli 883 ha confessato di aver accusato dei dolori lancinanti provocati da una delle sue più grandi passioni

Spesso anche una passione può trasformarsi in qualcosa di dannoso per il nostro fisico, in particolar modo se si tratta di un’attività che richiede una certa quantità di sforzo e di fatica. Questo è proprio quello che è capitato al noto cantante italiano che, attraverso un’intervista concessa qualche tempo fa, ha rivelato che uno dei suoi hobby preferiti lo ha portato a soffrire parecchio.

 

Max Pezzali (Instagram)

Naturalmente il suo amore più grande resta quello nei confronti della musica, alla quale ha dedicato la quasi totalità della sua vita. Finora ha inciso in tutto ventidue album, di cui metà come solita e altrettanti insieme alla band “883”, da lui abbandonata definitivamente nel 2004.

Il più recente di questi lo ha pubblicato nell’ottobre del 2020, intitolato “Qualcosa di nuovo”, all’interno del quale troviamo la presenza di dodici tracce inedite, tra cui la prima porta proprio il titolo dell’album stesso.

Leggi qui -> Ylenia Carrisi, dopo 27 anni è Romina Power a fare una rivelazione: ecco cosa è successo

Leggi qui ->  Sonia Bruganelli sul matrimonio con Paolo Bonolis: la dichiarazione inaspettata che cambia tutto

Il dolore acuto di Max Pezzali

Del suo immenso talento canoro ne sono a conoscenza pressoché tutti gli amanti della musica, tuttavia forse non tutti sanno che Max è anche uno sportivo. Una delle sue passioni più grandi infatti, è quella nei confronti delle moto, come dichiarato da lui stesso durante un’intervista.

“La mia passione per le Harley Davidson si è rafforzata tanto che, sebbene non abbia mai avuto una Sportster, dal mio garage sono passati tanti altri gioiellini, grazie ai quali ho macinato chilometri”, le parole di Pezzali con cui ha manifestato tutto il suo amore per le due ruote.

Max Pezzali (Instagram)

Purtroppo però, il fisico ha iniziato a risentire del tanto tempo passato in sella. Sulle pagine di “Ok Salute e Benessere” infatti, l’artista ha confessato: “Dopo quasi trenta anni in sella a motociclette possenti, che mediamente pesano intorno ai 300 kg, ho iniziato ad accusare un fastidio alla testa del femore che, con il passare dei mesi, si è trasformato in un dolore acuto, a tratti piuttosto intollerabile”.

Per concludere, il cantante pavese ha svelato di non sentirsi più in forma come un tempo: “Se prima riuscivo a guidare in tutta rilassatezza per ore senza mai fermarmi, oggi, già dopo 60-90 minuti di viaggio, sento una necessità fisiologica di fare una pausa e di mettere a riposo le gambe perché le fitte all’anca non mi danno tregua”.