Mogol, paroliere di Lucio Battisti, dalla brutta malattia alla “morte annunciata” | Ecco che fine ha fatto

Giulio Rapetti, conosciuto come Mogol, ha affrontato una brutta malattia. Andiamo a vedere che fine ha fatto

Quello tra Mogol e Lucio Battisti è uno dei sodalizi maggiormente riusciti della storia della musica nostrana. Insieme hanno sfornato dei veri e propri capolavori, molti dei quali conosciuti anche dai più giovani, a testimonianza della profondità dei testi scritti da Mogol e cantati con la voce unica dell’artista nato in provincia di Rieti.

Mogol (Instagram)

L’improvvisa scomparsa di Battisti ha lasciato un vuoto enorme nel cuore di milioni di fans ed appassionati di musica in generale, dato che il suo talento era ampiamente riconosciuto da chiunque. La collaborazione con il paroliere tuttavia era terminata già parecchi anni prima, per la precisione nel 1980, mentre la sua morte è arrivata nel settembre del 1998.

Le sue condizioni di salute sono precipitate verso la fine del mese precedente, con il conseguente ricovero presso l’Ospedale San Paolo di Milano. Tuttavia, nonostante i vari tentativi dei medici, Lucio non ce l’ha fatta. Le cause ufficiali del decesso non sono mai state rese note, nonostante siano circolate varie ipotesi. Alla cerimonia funebre ha partecipato anche Mogol, insieme ad altri pochissimi invitati per un funerale svoltosi in forma privata.

Leggi qui -> Pietro, figlio di Gianni Morandi: ha lo stesso talento del padre | Ecco cosa fa

Leggi qui ->  Sonia Bruganelli sul matrimonio con Paolo Bonolis: la dichiarazione inaspettata che cambia tutto

La grave malattia affrontata da Mogol

L’autore ha festeggiato i suoi ottantacinque anni poco più di un mese fa e lo ha fatto al fianco della sua splendida famiglia. Sposato con Daniela Gimmelli, Giulio è padre di quattro figli, di cui tre nati dal primo matrimonio con Serenella De Pedrini e uno venuto al mondo dalla sua relazione con Gabriella Marazzi.

In tempi non sospetti invece, Mogol è stato costretto a sottoporsi ad un’operazione cardiaca, durante la quale i medici gli hanno impiantato ben quattro bypass. A seguito di questo intervento, alcune frasi riportate dall’entourage dell’artista sono state fraintese, al punto che è trapelata la notizia di una sua prossima morte.

Mogol (Wikipedia)

Il dottore che l’ha operato però, ha emanato un comunicato riportato anche dallo staff del paroliere che ha chiarito una volta per tutte la situazione: “Giulio Mogol aveva sviluppato i sintomi di una progressiva insufficienza coronarica, ma una diagnosi precoce ha permesso di pianificare una cura adeguata senza che la malattia arrecasse dei danni al cuore stesso”.

Tuttavia, tale smentita non ha impedito a qualcuno di segnare la sua data di morte su Wikipedia, indicata nel giorno del 16 marzo del 2021, prontamente rimossa da chi di dovere, dato che al giorno d’oggi il noto autore è ancora attivo e produttivo.