Valeria Golino, il feroce male che ha colpito la sua famiglia: in un anno l’ha portato via

Valeria Golino è una nota attrice italiana, la quale tempo fa è stata colpita da un evento drammatico. Scopriamo di che si tratta

La Golino ha esordito sul grande schermo nella prima metà degli anni ottanta, dopo un breve periodo in cui ha lavorato come modella. Il primo ruolo di spicco lo ha ottenuto per la precisione nel 1985, quando ha interpretato il personaggio di “Mara” all’interno del film intitolato “Piccoli fuochi” diretto dallo sceneggiatore e regista italiano Peter Del Monte.

 

Valeria Golino (Instagram)

In seguito invece, Valeria ha preso la decisione di trasferirsi negli Stati Uniti, dove vi è rimasta per oltre un decennio, durante il quale ha preso parte a diverse produzioni americane. Tra le pellicole di maggior successo risalenti a quel periodo ricordiamo “Lupo Solitario” e “Rain Man”, vincitrice di ben quattro premi Oscar.

In merito alla sua vita privata, l’attrice ha fatto parlare molto di sé in particolar modo nel periodo in cui è stata insieme a Riccardo Scamarcio. Nonostante la rottura, i due continuano a lavorare insieme, come hanno fatto proprio quest’anno nel film “La scuola cattolica”.

Leggi qui -> Al Bano Carrisi, arriva la confessione su Ylenia: ‘L’ho capito subito’. Clamoroso

Leggi qui -> Sapete quanto guadagna Luca Laurenti? La spalla di Bonolis non invidia il suo amico

Il dramma che ha colpito la famiglia di Valeria Golino

Proprio di recente, la cinquantacinquenne è tornata a parlare del suo ex, con il quale ha chiuso la relazione sentimentale da ormai qualche anno: “Nel film è bravissimo, un attore potente. Siamo molto legati, ma diciamo che ci evitiamo affettuosamente”.

Mentre al giorno d’oggi entrambi sono riusciti a ricostruirsi una vita, con la stessa Valeria che è estremamente legata ad un uomo che di professione fa l’avvocato, nel passato l’attrice ha dovuto fronteggiare una durissima perdita. Stiamo parlando della scomparsa di suo padre, deceduto a causa di un terribile cancro.

Valeria Golino (Instagram)

Durante il corso di un’intervista, la donna ha parlato della sua drammatica esperienza, affermando di aver preso spunto da essa per alcuni dialoghi all’interno dei suoi film: “Mio padre è stato male, ha avuto un tumore e poi, in un anno, se n’è andato. Alcune conversazioni che ho avuto con lui, alcuni stralci, sono entrati sia in Miele che in Euforia”.

La Golino infine, ha spiegato che le sarebbe piaciuto avere un rapporto più intenso con il compianto padre, tuttavia ha compreso il gesto dell’uomo che ha sempre preferito tenersi il dolore per sé, senza gravare quindi sulle persone a lui care.