Raffaella Carrà, il vergognoso gesto dopo la morte: la denuncia è gravissima

Recentissimamente si è registrato un episodio dalla gravità immane, legato purtroppo alla figura della compianta Raffaella Carrà

Il brutto episodio di cui stiamo parlando è accaduto proprio nelle ultime ore. Il gesto è di quelli che si possono definire tranquillamente spregevoli, dato il pesante insulto che ha colpito la straordinaria Raffaella, la quale si è spenta tragicamente nello scorso mese di luglio.

 

Raffaella Carrà (Instagram)

La scomparsa della showgirl ha devastato un’infinità di persone, a partire da coloro che erano più vicini a lei, vale a dire i membri della sua famiglia e gli amici. Tuttavia il dramma ha segnato profondamente anche i suoi milioni di fans, che hanno accolto la triste notizia come una sorta di fulmine a ciel sereno, visto che in pochissimi erano a conoscenza delle sue gravi condizioni di salute.

Uno di questi è stato proprio il suo ex compagno, il noto regista, coreografo ed autore televisivo Sergio Japino, il quale tra l’altro ha dato l’annuncio ufficiale della dipartita della Carrà, mediante un comunicato in cui ha salutato quella che è stata sia un grande personaggio ma, soprattutto, una grandissima donna.

Leggi qui -> Raffaella Carrà e la separazione con Sergio Japino: dopo anni tutta la verità

Leggi qui -> Raffaella Carrà, perché portava sempre il caschetto: il motivo impensabile

Il grave sfregio ai danni di Raffaella Carrà

A provare un reale sentimento di affetto nei confronti della presentatrice scomparsa all’età di settantotto anni non sono stati soltanto i suoi parenti. I messaggi di stima al suo indirizzo infatti, sono arrivati a valanghe, tanti dei quali provenienti dai molti colleghi che hanno lavorato al fianco della regina della tv italiana.

Purtroppo però, anche un personaggio tanto apprezzato come lei è stato soggetto ad un gesto inaccettabile. Il murales che raffigurava il suo volto in via San Giovanni in Laterano a Roma è stato gravemente danneggiato. L’opera era stata realizzata da Mr. Churro, il quale dopo appena pochi giorni dalla sua morte aveva deciso di omaggiare la Carrà in questa maniera.

Murales di Raffaella Carrà deturpato (Instagram)

Stando a quanto riportato anche da “Roma Today”, l’azione riprovevole sarebbe stata commessa da un gruppo di estrema destra polacco, riconosciuto grazie ad un adesivo che vi è stato affisso sopra per rivendicare l’atto di vandalismo compiuto. Il murales infatti, si trova in una via che è luogo di ritrovo per le comunità gay, dato che Raffaella si è sempre battuta in prima linea per i diritti civili, cosa che a quanto pare continua a dar fastidio a certi gruppi di estremisti.