Amici, la tragedia era evitabile: ecco la clamorosa verità sulla morte di Michele Merlo

Nelle ultime ore è arrivata una svolta inattesa in merito all’inchiesta sulla morte di Michele Merlo. Ecco gli ultimi dettagli venuti a galla

Quella accaduta lo scorso 6 di giugno è una tragedia di proporzioni gigantesche. A perdere la vita è stato un ragazzo di appena ventotto anni, stroncato da un’emorragia cerebrale provocata da una leucemia fulminante. Il caso ha attirato immediatamente l’attenzione mediatica in virtù sia della giovane età del ragazzo che di alcune controversie che hanno caratterizzato la vicenda.

 

Michele Merlo (Instagram)

Nonostante siano passati infatti oltre cinque mesi da quel giorno maledetto, ancora oggi non è stata fatta luce in maniera definitiva, come testimoniato dalla recente svolta che ha subito l’inchiesta. Sono emersi infatti dei nuovi dettagli che potrebbero cambiare le carte in tavola.

Nato in un piccolo comune in provincia di Vicenza, Michele è salito alla ribalta con la sua presenza all’interno della sedicesima edizione di “Amici di Maria De Filippi”, talent show che è stato un punto di partenza per diversi artisti, cantanti e ballerini, che sono esplosi negli ultimi anni.

Leggi qui -> Arisa ha una malattia che gli rende la vita un inferno: ecco che cos’ha

Leggi qui ->  Sonia Bruganelli sul matrimonio con Paolo Bonolis: la dichiarazione inaspettata che cambia tutto

La clamorosa svolta nell’inchiesta sulla morte di Michele Merlo

Mike Bird, nome d’arte da lui usato nella scuola di “Amici”, aveva già esordito prima di prendere parte al programma condotto dalla moglie di Maurizio Costanzo. Egli infatti, qualche anno prima ha partecipato a quella che è stata la decima edizione di “X-Factor”, dove però non riuscì a trasmettere ai giudici tutte le sue qualità artistiche.

A lanciare la bomba che ha scatenato un fiume di reazioni nelle ultime ore è stato il “Corriere di Bologna”. Stando a quanto riportato infatti, mentre da una prima autopsia non erano emerse responsabilità dello staff medico, adesso sembra che la sua morte si sarebbe potuta scongiurare se fosse stata effettuata una diagnosi più rapida e tempestiva.

Michele Merlo (Instagram)

Il cantante, poco prima della tragica dipartita, si era già recato in ospedale, dal quale fu rispedito a casa in quanto non sussisteva un’emergenza tale da sottoporlo ad ulteriori test e, in caso, ad un ricovero. Proprio per questo motivo adesso, la procura di Bologna ha inviato un fascicolo per omicidio colposo.

Per il momento non sono stati fatti nomi di eventuali responsabili, tuttavia sulla questione è intervenuto il legale dei genitori di Michele che ha precisato: “Questi accertamenti tecnici sembrano costituire il primo passo verso la ricostruzione della vicenda e l’individuazione di chi avrebbe potuto intervenire”.