EUROPA

Published on 14 Aprile, 2014 | by Elena Porta

Parigi, un week-end alla scoperta della patria des beaux arts

Ecco una guida riassuntiva per vivere al meglio la città patria delle belle arti in un dolce week end primaverile, rilassandosi senza perdere di vista le cose da vedere.

Prima tappa del primo giorno la Tour Eiffel, ovvero il simbolo mondiale di Parigi; percorribile sia in ascensore che salendo i suoi innumerevoli gradini fino alla vetta, dall’alto della “dama di ferro” il panorama è impressionante. Seconda tappa: una passeggiata sugli Champs-Élysées, cuore pulsante della città, nonché via più famosa al mondo da cui si possono scorgere la Villa Lumière, la cattedrale di Notre Dame ed il celebre Arco di Trionfo; percorrere il viale dei Campi Elisi, compreso tra Place de la Concordie e Place Charles De Gaulle, significa immergersi nella vita parigina a piena regola abbandonando le vesti di semplice spettatore; infatti per essere spettatori a Parigi c’è sempre tempo… una volta giunti a Place Charles De Gaulle (ex Place de l’Etoile) contraddistinta dall’Arco di Trionfo, costruito per onorare le vittorie di Napoleone Bonaparte, una serie di musei, teatri e gallerie vi aspettano a braccia aperte.

793px-Arc_de_Triomphe,_October_21,_2010

Loading...

Inoltre il fiume Senna, specialmente in primavera, si presta benissimo per un giro in battello. Dal letto del fiume potrete ammirare in una suggestiva prospettiva gli edifici storici più importanti costruiti sulle sue rive, dichiarate patrimonio mondiale dell’Unesco nel 1991: la riva Gauche dall’animo più colto ed intellettuale e la riva droit centro finanziario e politico della città.

Una volta che vi siete fatti una visione d’insieme della città, potrete utilizzare la giornata successiva per visitare qualche museo tra i più noti, come il Museo d’Orsay se vi piace l’arte impressionista di Monet, il Louvre, il Museo Rodin, il museo Marmottan, il Centre Poumpidou che contiene la più importante collezione d’arte moderna e contemporanea, il museo della musica, con strumenti appartenuti a Frank Zappa e Fredrick Chopin… in alternativa potrete vivere i quartieri principali come il Montmartre, il quartiere latino, sede dell’Università Sorbona, l’Opéra il quartiere dello shopping di lusso, Pigalle il quartiere una volta più malfamato di Parigi, adesso quartiere a “luci rosse” sede del Moulin Rouge.

Tuttavia se preferite il relax dei percorsi già tracciati… dimenticate tutto ciò e affidatevi ai comodissimi City Sightseeing che prevedono l’Hop On Hop Off ovvero potrete scendere, risalire e riprendere il pullman ad ogni tappa del vostro giro, già deciso dagli autisti.

Tags: , , , , , ,


About the Author

Elena Porta

Laureata in Scienze politiche. Una chicca: avrai raggiunto il successo nel tuo campo quando non saprai se quello che stai facendo è lavorare o giocare.



Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!