Pupo, la malattia che gli può distruggere la vita: l’ha ereditata dal padre

L’artista nato in Toscana ha ereditato una durissima malattia dal padre. Andiamo a scoprire insieme di che cosa si tratta

A differenza delle ultime due edizioni, nella prossima stagione televisiva Pupo non prenderà parte alle riprese del Grande Fratello Vip. Mentre Alfonso Signorini è rimasto saldo al timone, i due opinionisti sono stati entrambi sostituiti.

 

Pupo (Instagram)

Al posto del cantante e della showgirl ci saranno Sonia Bruganelli e Adriana Volpe, ex concorrente del reality show di Canale 5. Qualche giorno fa sono stati annunciati anche i nomi dei partecipanti, tra i quali spiccano personaggi come Katia Ricciarelli, Giucas Casella, Aldo Montano, Carmen Russo e Raffaella Fico.

Dopo lo stop ai concerti dal vivo dovuto alla pandemia di Coronavirus, l’artista è tornato ad esibirsi davanti al suo pubblico, mentre soltanto una manciata di giorni fa è stato ospite di “Guess My Age”, programma in onda sulle frequenze di Tv 8 guidato da Max Giusti.

Leggi qui -> Pier Silvio Berlusconi, non c’è stata solo Silvia Toffanin: ecco chi è la prima moglie e la madre di sua figlia

Guarda qui -> Avete mai visto la sorella di Elettra Lamborghini con cui ha litigato? Non sembrano nemmeno parenti

Leggi qui -> Emma Marrone devastata dal pesante lutto: l’omaggio da lacrime

La malattia ereditata da Pupo

Pupo si è reso protagonista di un’intervista concessa ai microfoni di “Verissimo”, nel corso della quale ha aperto il suo cuore nel racconto di alcuni momenti di difficoltà da lui trascorsi.

Uno dei temi principali di cui ha parlato con la padrona di casa è stato quello della sua malattia. Il cantante, infatti, ha confessato di aver sofferto a causa della dipendenza dal gioco d’azzardo. Tuttavia, stando alle sue parole, sembra proprio che la patologia in questione sia stata ereditata dal suo genitore.

Pupo (Instagram)

“Ho preso molto da mio padre, che era pieno di risorse, un intrattenitore, ma anche molto triste, lugubre, come è il gioco d’azzardo. E mi ha passato questa malattia”, la rivelazione scioccante di Enzo Ghinazzi. Successivamente, quest’ultimo ha affermato che la sua dipendenza è cominciata quando aveva appena tredici o quattordici anni.

Nonostante l’uomo fosse a conoscenza del fatto che il figlio stesse andando incontro alla sua stessa malattia, egli non fu in grado di aiutare l’artista che all’epoca era un ragazzino. Verso la fine del suo racconto, Pupo ha spiegato che la vera vittima di questa situazione era la mamma, la quale al giorno d’oggi ha quasi novanta anni e non gode di ottima salute.