“Basta, è finita”: la rivelazione sulla malattia di Patty Pravo

Patty Pravo, volto celebre della musica italiana, ha parlato della dura malattia da cui è stata colpita. Vediamo insieme le sue parole

Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo, è una delle interpreti musicali maggiormente riconosciute del nostro Paese, per merito del suo timbro di voce che risulta inconfondibile alle orecchie dei milioni di fans che da decenni ascoltano con ammirazione i suoi bellissimi brani.

 

Patty Pravo (Instagram)

Alcune delle sue canzoni sono entrate nella storia della musica del nostro Paese, rivoluzionando letteralmente un’epoca con la sua originalità ed il suo incredibile talento canoro.

La settantatreenne nata a Venezia è salita sul palco dell’Ariston una decina di volte, tra le quali spiccano le tre occasioni in cui ha ricevuto l’ambito Premio della Critica, intitolato a partire dal 1996 alla storica artista italiana Mia Martini, scomparsa tragicamente nel maggio del 1995 alla prematura età di quarantotto anni.

Leggi qui -> Antonella Clerici e la difficile separazione con Eddy: il retroscena impensabile

Guarda qui -> Adriano Celentano, il dramma distruttivo: la dura malattia del figlio

Leggi qui -> Sonia Bruganelli, rivelazione sulla malattia della figlia: “Ci sono state delle complicazioni…”

La malattia che ha afflitto Patty Pravo

Nella vita della Pravo ci sono stati tanti momenti di gioia e di successo, tuttavia non sono mancati anche dei periodi difficili in cui il sorriso è scomparso dal suo volto. Uno di questi è stato quando è stata assalita da una profonda depressione, culminata da forti attacchi di panico e dall’ansia.

La strepitosa artista lo ha confessato nel corso di un’intervista rilasciata sulle pagine del settimanale “Gente”: “Mi si è chiusa la gola, non riuscivo più a respirare. Non capivo niente, ero in uno stato di totale incoscienza”.

Patty Pravo (Instagram)

A quel punto Patty ha temuto il peggio: “Ricordo che mi sono detta: ‘Basta, è finita’. Ho creduto di morire. Non dormivo più, i farmaci erano come acqua, le notti interminabili, a fissare il soffitto credendo di impazzire”. Molte difficoltà le ha incontrate anche per quel che riguarda il discorso professionale, dato che ha dichiarato che all’epoca saliva sul palcoscenico avvolta dall’ansia e dalla stanchezza causata dalle poche ore di sonno.

Dopo settimane intere passate in quelle condizioni, ad un tratto nella vita della cantante è finalmente tornato il sereno: “Una mattina mi sono alzata, ho aperto la porta della camera e mi sono infilata in cucina. Nella dispensa c’erano solo un cartone di latte e dei Pavesini, ho iniziato a mangiare e sono tornata a vivere”.