CULTURA

Published on 4 Gennaio, 2014 | by Elena Porta

Ue: Lettonia, un 2014 da protagonista

La Lettonia, il paese compreso tra Estonia e Lituania, a partire da questo nuovo anno, dopo una decina d’anni all’interno dell’Unione Europea, è entrato nell’eurozona sostituendo al lats, la moneta simbolo dell’indipendenza dall’Unione Sovietica, l’Euro.
Quel paese che soltanto cinque anni fa era sull’orlo del fallimento, con una crisi che provocò un crollo del Pil del 25%, ne ha fatta di strada. Il risanamento è stato possibile grazie ad una politica di prestiti internazionali e tagli nella spesa pubblica oltre che naturalmente all’aumento di tasse.

Ma proprio grazie a questi sforzi, la Lettonia, con un Pil che è cresciuto del 4,5% nel terzo trimestre del 2013, oggi è considerata l’economia trainante dell’UE.
Ma tra la popolazione (come anche tra gli analisti), complice la lunga crisi dell’Euro, non c’è molto entusiasmo: secondo l’ultimo sondaggio di Eurobarometro, solo il 39% dei cittadini della repubblica baltica è a favore, mentre oltre l’80% teme che la nuova moneta possa trascinare di nuovo il paese in un circolo vizioso fatto di inflazione e disoccupazione.
Chi ha ragione, lo vedremo solo col tempo…
Ma il 2014 riserva un’altra importante novità per la Lettonia: quest’anno, la sua capitale Riga, detta anche “Gemma del Baltico”, è stata proclamata capitale della cultura.

Loading...

Saranno numerose le manifestazioni in programma per quest’occasione che si terranno per tutto il corso del 2014.
L’avvio ufficiale del programma è atteso per il 17 gennaio con eventi speciali in musei, cinema, teatri, sale da concerto e locali. Verrà inoltre lanciata una serie di esposizioni su temi specifici, dall’ambra, di cui è ricca la regione, alla Prima guerra mondiale e al suo impatto sulla cultura.

L’appuntamento più importante però è fissato per il 18 gennaio. In ricordo della catena umana formata tra Estonia, Lettonia e Lituania proprio il 18 gennaio 1989, al fine di richiedere l’indipendenza dall’Urss, a Riga si terrà un evento simile, dalla valenza altamente simbolica.
Si formerà infatti una nuova catena umana, questa volta per il passaggio di libri: sarà dunque una catena pensata per incentivare la cultura, che unirà la sede della vecchia biblioteca, nel centro della città, alla nuova, ribattezzata ‘Gaismas Pils’.

Tags: , ,


About the Author

Elena Porta

Laureata in Scienze politiche. Una chicca: avrai raggiunto il successo nel tuo campo quando non saprai se quello che stai facendo è lavorare o giocare.



Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!